---ULTIM'ORA NAZIONALI

ULTIME NOTIZIE - Europei: Jacobs rinuncia a correre la batteria 4X100- Roma: video shock di Ruberti, il capo di gabinetto nella bufera- Due vittime in Toscana Raffiche a 140 km all'ora. Caduti frammenti- dal Campanile di San Marco a Venezia - Due vittime in Toscana. Raffiche di vento a 140 km-

news

TOP NEWS

TOP NEWS

CENTROABRUZZONEWS CANALE VIDEO IN DIRETTA STREAMING SUL WEB E SU SMART TV

Canale VIDEO - 60^ EDIZIONE SVOLTE DI POPOLI

giovedì 7 luglio 2022

"A24 E A25, BLOCCATI I RINCARI AUTOSTRADALI FINO AL 31/12/2022, RISULTATO OTTENUTO DALLA CISL IN AUDIZIONE PRESSO L’'8ACOMMISSIONE LAVORI PUBBLICI, COMUNICAZIONI DEL SENATO DELLA REPUBBLICA"

ROMA - "Nei giorni scorsi, rappresentati della CISL, hanno partecipato all’ Audizione presso l’'8aCommissione Lavori pubblici, comunicazioni del Senato della Repubblica, nell'ambito dell'esame del disegno di legge n. 2646 ‐conversione in legge del DL 68/2022 “Disposizioni urgenti per la sicurezza e lo sviluppo delle infrastrutture, dei trasporti e della mobilità sostenibile, nonché in materia di grandi eventi e per la funzionalità del Ministero delle infrastrutture e della mobilità sostenibili”.I rappresentanti del Sindacato dei Lavoratori, tra le varie tematiche hanno affrontato quelle legate alle Autostrade A24 e A25, per le quali hanno chiesto ed ottenuto, la sospensione dei rincari dei pedaggi almeno fino al 31/12/2022.Un fatto positivo che andrà a riguardare migliaia di automobilisti ed autotrasportatori che quotidianamente percorrono questi importanti tratti autostradali.“Abbiamo ritenuto positiva la sospensione dell’aumento dei pedaggi delle autostrade A24 e A25 dal 1° luglio al 31 dicembre 2022”, hanno fatto sapere. “Essendo le due autostrade interessate a grandi lavori di messa in sicurezza delle opere infrastrutturali. Ad oggi, in attesa della realizzazione delle infrastrutture ferroviarie previste dal Pnrr, le città di L’Aquila, Teramo, Pescara, sono interessate ad una alta frequenza di lavoratrici e lavoratori e studenti, tramite il trasporto pubblico e low cost, e/o utilizzando mezzi propri. Sarebbe inoltre, opportuno sospendere gli aumenti fino alla realizzazione delle opere alternative (ferroviarie) per non incidere ulteriormente sull’economia dei tanti pendolari che giornalmente utilizzano l’arteria autostradale”.

Nessun commento: