---ULTIM'ORA NAZIONALI

ULTIME NOTIZIE - Rush finale sul green pass.Figliuolo scrive alle Regioni- Sfreccia l'Italia di Ganna, con l'oro anche il nuovo mondiale- Quartetto ciclismo, Italia oro con record del mondo- Tita-Banti oro nella vela- Si decide su scuola e lavoro, da venerdì Green Pass- Riforma della giustizia, doppia fiducia alla Camera- Attacco hacker a Regione Lazio, Zingaretti: 'Non tratteremo'-

news

VIDEO IN PRIMO PIANO - CENTROABRUZZONEWS

venerdì 25 giugno 2021

"AL CARCERE DI SULMONA ABBIAMO "BATTUTO" IL COVID MA NON IL "VIRUS" DELLA CARENZA ORGANICA"

SULMONA - "Da oggi al carcere di Sulmona dal punto di vista pandemico possiamo dirci un po' meno pressati e sicuramente più protetti.Lo dico non solo per l'avvenuto completamento dell'opera vaccinale che ha visto proprio nella giornata odierna ( che sarebbe coincisa con la festa del Corpo di polizia penitenziaria se si fosse tenuta) il suo perfezionamento attraverso  l'inoculazione della doppia dose a tutti gli attori carcerari siano essi poliziotti e personale del comparto Funzioni Centrali che detenuti ma anche in virtù dell'attenzione che in carcere viene comunque mantenuta molto alta attraverso l'utilizzo costante di mascherine, gel sanificante e continuo tracciamento a mezzo di tamponi molecolari effettuati su base mensile e, diverse volte, anche al bisogno così come capita quando si effettuano particolari servizi che prevedono l'accesso in luoghi particolari quali ospedali, aule di tribunale, etc.Insomma è stata davvero dura ma ne è valsa veramente la pena.Ora il vero virus che a tutti noi fa paura è rappresentato dalla mancanza di uomini.Per questo "morbo" però, e  purtroppo oserei dire, non c'è un vaccino in grado di combatterlo che sia frutto di geniali intuizioni da laboratorio ma solo una umana decisione che attraverso atti governativi e politici in generale riescano ad invertire la rotta.Se così continuerà ad essere, se non ci sarà cioè una forte presa di posizione da parte degli organi competenti in materia di nuove assunzioni,  potremmo pure dirci relativamente protetti dal Covid ma non che si possa affermare che si vivrà meglio da un punto di vista lavorativo visto che non è improbabile ipotizzare che presto assisteremo alla "morte" del diritto attraverso il venir meno del lavorar sano".

 Mauro Nardella segretario generale territoriale UIL PA polizia penitenziaria

Nessun commento:

Posta un commento

VIDEO IN PRIMO PIANO :