---ULTIM'ORA NAZIONALI

ULTIME NOTIZIE - ) Via libera dell'Aifa ai vaccini per i bimbi tra 5 e 11 anni- I nuovi casi sono 15.085. In aumento le vittime, 103- Eitan ritornerà in Italia. Con Aya, la zia paterna - Brusaferro: 'Salgono i ricoveri, l'indice Rt rimane sopra l'uno'- Scuola: Niente dad con un contagio. L'Aifa decide sugli under 12- Caos intensive in Germania: Oms: 'Over 60 non viaggino'- Germania: E' allarme per le intensive. Pazienti anche in Lombardia- L'Alto Adige da lunedì sarà in zona gialla-

news

VIDEO IN PRIMO PIANO - CENTROABRUZZONEWS

CANALE DIRETTA STREAMING - CORDESCA 2021 FINALE

martedì 13 luglio 2021

AD ALBA FUCENS PRESENTATO IL PROGETTO DI LEGGE DI ANTONIETTA LA PORTA (LEGA) SULLA TUTELA E SVILUPPO DEI BENI CULTURALI

AVEZZANO - Ad Alba Fucens presentato il progetto di legge di Antonietta La Porta (Lega) sulla tutela e sviluppo dei beni culturali.Presenti l’on. Luigi D’Eramo e il vice pres. della Regione, Emanuele Imprudente.Un sito archeologico di pregio come quello di Alba Fucens a fare da cornice alla presentazione del progetto di legge “Politiche regionali in materia di beni e attività culturali” della consigliera regionale della Lega, Antonietta La Porta e sostenuto dall’intero gruppo consiliare.“Una legge necessaria, visto che la nostra regione era ferma al 1999, con pochi articoli, ma che si pone l’obiettivo di tutelare e valorizzare i beni culturali che rappresentano un grande patrimonio. L’idea è nata circa un anno e mezzo fa proprio visitando il sito archeologico di Alba Fucens, un vero gioiello che va valorizzato.” Ha spiegato la consigliera in conferenza stampa affiancata dal Vice Presidente della Regione Emanuele Imprudente e dal segretario regionale della Lega, On. Luigi D’Eramo.

La legge si sviluppa in 40 articoli e si propone come una norma di semplificazione della attività di valorizzazione e gestione dei beni culturali della Regione Abruzzo. Grande attenzione è stata data al rapporto tra pubblico e privato e al ruolo di tutte le istituzioni e le figure coinvolte nelle politiche di valorizzazione della cultura. La legge quindi si presenta non solo come un riordino normativo, ma anche come una promozione di azioni di cessione avanguardistiche e innovative e di rispetto delle competenze specifiche esistenti nei vari settori della cultura. Tali aspetti innovativi sono gli stessi che si ritrovano anche nelle linee guida del PNRR (Piano Nazionale Ripresa e Resilienza) promosso dal governo Draghi a livello europeo.

“Dopo anni di ritardo è importante avere una norma moderna che contempli delle opportunità che fino ad oggi non c’erano. Una legge che  apre a tutta una serie di attività, di funzionalità, mette al centro l’organizzazione ed il valore vero dei nostri beni culturali.” Ha dichiarato Emanuele Imprudente.“Una legge che andava proposta per rinnovare la vecchia ed adeguarla alle esigenze del momento. L’Abruzzo è pieno di reperti  archeologici, di beni culturali che devono essere sostenuti, valorizzati e bisogna trovare il modo migliore per far si che i turisti giungano in numero maggiore. Credo che questo possa essere un settore importante per quanto riguarda l’economia e l’occupazione nella nostra Regione.” Ha detto l’onorevole Luigi D’Eramo. Inoltre l’On. D’Eramo ha rimarcato l’interesse che il Progetto di legge ha suscitato, una legge evidentemente attesa tanto che numerose richieste di incontri sono già arrivate alla Consigliera La Porta, da parte di amministratori pubblici locali di tutte le altre province abruzzesi. Notevole interesse è stato mostrato anche dal Sottosegretario di Stato al Ministero della cultura, Lucia Borgonzoni che parteciperà ad una serie di eventi che riguarderanno la Proposta di legge oggi presentata.“Ripartiamo dalla cultura e questa per essere un vero volano di sviluppo economico deve prevedere dei protocolli di valorizzazione tra pubblico e privato che portino a una crescita reale dei territori sia economica che sociale.” Ha aggiunto la consigliera La Porta.


Nessun commento:

Posta un commento

VIDEO IN PRIMO PIANO :