---ULTIM'ORA NAZIONALI

ULTIME NOTIZIE - L'allarme di Gimbe: 'L'obiettivo scuola al 100% in presenza è a rischio' Mattarella firma dl Green pass. Stadi e teatri verso l'80%- 'Crescono i tentativi delle mafie di infiltrarsi'- Biden all'Onu: 'Inizia una nuova era di diplomazia e pace'- La vertenza GKN: Sindacati disertano incontro 'Giorgetti convochi le parti'-

news

PRIMO PIANO

SULMONA, MORTA ANNA RITA DI LORETO, EX ASSESSORE COMUNALE

SULMONA - "E’ con una profonda tristezza nel cuore che ho appreso la notizia della scomparsa prematura della cara Anna Rita Di Loreto. ...

VIDEO IN PRIMO PIANO - CENTROABRUZZONEWS

CANALE DIRETTA STREAMING - CORDESCA 2021 FINALE

mercoledì 12 maggio 2021

ASL L’AQUILA, D’ERAMO (LEGA): “DISAGI E DISSERVIZI SU VACCINI, GESTIONE TESTA ALLE COMICHE FINALI”

L’AQUILA - “Urge uno scatto di reni per ridare forza, credibilità e sostanza alla governance dell’Asl dell’Aquila”. Lo dice il coordinatore regionale della Lega, il deputato Luigi D’Eramo, alla luce della notizia di ulteriori problemi di comunicazione tra l’azienda e cittadini per quanto riguarda le prenotazioni dei vaccini anti Covid, infatti è dato noto a tutti  dei disservizi segnalati e messaggi poco chiari recapitati a molti cittadini circa le indicazioni delle sedi da raggiungere.“La gestione del manager Roberto Testa è alle comiche finali – attacca D’Eramo - Certo, in qualche modo il direttore generale è giustificato: da non amante della nostra terra è difficile che possa conoscere le strade aquilane e, quindi, le sedi vaccinali. Il suo si conferma un operato imbarazzante, non all’altezza per un’azienda così importante. Dal canto nostro stiamo portando avanti l’istituzione della commissione d’indagine che abbiamo annunciato: faremo chiarezza su tutto ciò che non è andato in questi anni e chi ha sbagliato dovrà assumersene le responsabilità e pagare il conto. La sua gestione – incalza D’Eramo - ha provocato danni irreparabili alla sanità aquilana e a quella dell’intera provincia. Una governance che ha messo a rischio la tenuta, la funzionalità e la terzietà dell’operato aziendale. La meritocrazia è morta e le conseguenze si sono viste tutte, in particolare in questo frangente di crisi pandemica, ma noi continuiamo a lavorare per il territorio”.
 

Nessun commento:

Posta un commento

VIDEO IN PRIMO PIANO :