--ULTIM'ORA NAZIONALI

ULTIME NOTIZIE - Nel Dpcm Dad nelle zone rosse: Gelmini:'200 milioni per le famiglie'- Stop scuole nelle zone rosse. Arriva oggi il nuovo Dpcm- Vertice a palazzo Chigi. Preoccupano le varianti- Como e Cremona in arancio: Nuovo Dpcm, il nodo scuola- Kurz: 'Per i vaccini non faremo più affidamento sull'Ue'- L'Ue firma con Moderna 'Altre 300 milioni di dosi'-

news

VIDEO IN PRIMO PIANO - CENTROABRUZZONEWS

venerdì 4 settembre 2020

"ASSUNZIONE COOPERATIVA SATIC: L' ASSESSORE NON PUO' SOTTRARSI AL DOVERE CIVICO E MORALE, A TUTELA DELLA CREDIBILITÀ ISTITUZIONALE , DI RASSEGNARE IL MANDATO"

SULMONA - "La vicenda relativa all’assunzione, da parte della Cooperativa Satic, del coniuge di un assessore comunale postula una serena riflessione ed alcune, doverose considerazioni.Non rientra nelle attribuzioni proprie della minoranza consiliare operare congetture e verifiche in ordine a eventuali e presunte pressioni e/o perorazioni esercitate dall’assessore sulla società né  competono alle rappresentanze consiliari   conseguenti valutazioni in merito alla liceità della procedura adottata dalla cooperativa.Il rappresentante legale della Cooperativa Satic avrebbe dichiarato ad un organo di stampa di avere agito “per fare un favore all’assessore”; il medesimo rappresentante, con successiva dichiarazione, ha tenuto a ribadire la sua “completa autonomia nella scelta del personale”.A questo punto, l’analisi dei fatti , operata sulla stregua di una valutazione di carattere esclusivamente politico, impone una semplice considerazione: la cooperativa in questione svolge servizi per conto del Comune di Sulmona e della Società Cogesa, sulla quale l’ente territoriale esercita il potere del “controllo analogo”.In relazione a ciò, esprimiamo l’avviso secondo il quale, quantomeno per ragioni di opportunità, andrebbe rimosso ogni ostacolo che rischia di compromettere la credibilità dell’istituzione municipale e la legittimità degli atti dalla stessa e dal Cogesa adottati   nei confronti della Cooperativa Satic.Pertanto, fermo restando il diritto al lavoro, al pari di ogni altro cittadino, della consorte dell’assessore, riteniamo che il marito, peraltro titolare della delega alle società partecipate,  non possa sottrarsi al dovere civico e morale, a tutela della credibilità istituzionale  del Comune di Sulmona  e della più importante società partecipata, di rassegnare il mandato assessorile.
L’esigenza di fugare ogni dubbio assume carattere di assoluta priorità.
Del resto, nessuno deve essere indotto a pensare che le iniziali rocambolesche vicende della Cooperativa Satic e le difficoltà dalla stessa a suo tempo  incontrate nei rapporti con il Sindaco e la Giunta (chi non ricorda le proteste dei lavoratori della cooperativa e l’occupazione , da parte degli stessi, dell’aula consiliare?) abbiano costituito solo l’espediente per piegare le scelte della Cooperativa alle volontà della maggioranza comunale e di chi ne ispira e determina l’azione".
 
Maurizio Balassone
Elisabetta Bianchi
Francesco Perrotta
Fabio Pingue
Roberta Salvati
Mauro Tirabassi

Nessun commento:

Posta un commento

VIDEO IN PRIMO PIANO :