--ULTIM'ORA NAZIONALI

ULTIME NOTIZIE - Bertolaso: 'Tutta l'Italia si dirige verso la zona rossa'- I casi 20.884, 347 i morti: Record di contagi a Brescia- COVID Procedura di emergenza Ue forse anche sui nuovi vaccini- Ipotesi due miliardi ai vaccini, stop licenziamenti fino a giugno- Il Mise: 'Produrre vaccini in Italia dall'autunno'- Da lunedì possibile DaD per sei milioni di studenti- Nel Dpcm Dad nelle zone rosse: Gelmini:'200 milioni per le famiglie'-

news

VIDEO IN PRIMO PIANO - CENTROABRUZZONEWS

lunedì 25 maggio 2020

CARUGNO:"NON TOCCATE I GIOVANI"

SULMONA - "Leggo di un diffuso ed a tratti violento attacco ai giovani per la movida di sabato scorso.Ho rivisto le immagini su facebook e come al solito appiattiscono, non facendo distinguere se sia stata mantenuta la distanza prescritta di un metro tra ognuno. Diversi non portavano la mascherina. Un'imprudenza. Anche se le prescrizioni sono chiare. Essa va portata solo se non viene mantenuta la distanza minima. E al bar o al ristorante non va indossata.Le manifestazioni di indignazione che ho letto francamente mi rattristano.Trattati come untori, criminali o deficienti.Dimentichiamo che sono stati disciplinatamente chiusi in casa per oltre sessanta giorni senza avere rapporti sociali e studiando in via telematica al computer.
Sarebbe stato sufficiente raccomandare un po' di prudenza in più, senza indignarsi se sono andati alla ricerca di una "normalità" di cui tutto il paese ha bisogno. Questa è una città che si "indigna" sempre.Si è indignata per i runner, poi per chi portava il cane a fare pipì, poi per chi andava a comprare solo una bottiglia di vino, poi per le passeggiate alle Marane, poi ha gridato allo scandalo il Lunedì di Pasqua, al ponte del 25 aprile e a quello del 1 maggio ed infine al 4 maggio per i rientri a casa.
Sembrava che la peste nera dovesse invadere questa valle e ovunque si gridavano presagi funesti.
Eppure sono quasi 20 giorni che la intera provincia dell'Aquila è a ZERO contagi.
Questa città, a parte dei casi di importazione, non ha avuto contagiati.
Questa Valle di fatto il Coronavirus non lo ha nè passato, nè subito.
E nonostante tutti gli allarmi lanciati la curva del contagio in Italia è in forte picchiata. E non certo per aver praticato la quarantena.Io mi indignerei più per altre cose.Io mi indignerei perchè territori immuni, come il nostro, o quasi immuni, come tante province italiane, abbiano dovuto subire "gli arresti domiciliari" ed il blocco della vita sociale ed economica senza che ci fosse una concreta necessità.Io mi indignerei di più perchè dopo un iniziale blocco totale non si sia passati a provvedimenti differenziati sul territorio riaprendo lì dove il contagio era inesistente.Io mi indignerei di più perchè molte zone sono state condannate alla disperazione economica senza che ce ne fosse bisogno. Non prendiamocela sempre con i giovani e lasciamoli stare. Se davvero vogliamo tornare a vivere, e DOBBIAMO tornare a vivere, la spinta decisiva partirà proprio da loro".

Massimo Carugno
della Segreteria Nazionale del PSI.

Nessun commento:

Posta un commento

VIDEO IN PRIMO PIANO :