--ULTIM'ORA NAZIONALI

ULTIME NOTIZIE - Salvini: 'Chiederò a Draghi stop mascherine all'aperto'- La Francia allenta le restrizioni: Da domenica basta coprifuoco- L'Italia batte la Svizzera 3-0: Gli azzurri sono già agli ottavi- Riparte il dialogo Usa-Russia 'Mai una guerra nucleare' Putin: 'Bene con Biden' Intesa sugli ambasciatori-

news

VIDEO IN PRIMO PIANO - CENTROABRUZZONEWS

sabato 21 aprile 2012

FARMACIE NELLE FRAZIONI. SODDISFATTO PD. MARINUCCI VICEPRESIDENTE CONSIGLIO


SULMONA - Apriranno due farmacie nelle frazioni Torrone e Bagnaturo di Sulmona, a ovest ed est della città. E' quanto approvato ieri nella seduta del Consiglio comunale in cui sono avvenute anche le elezioni di Luciano Marinucci come vicepresidente del Consiglio comunale lasciato vacante dal dimissionario Antonio Iannamorelli, e Silverio gatta in qualità di presidente della Commissione garanzia. Sull'ok dato dall'assise civica alla collocazione di due farmacie esprime soddisfazione il Pd di Sulmona, ricordando in una nota, che la mozione era targata pd ed illustrata dal Consigliere Iannamorelli. "Le ulteriori specifiche sui confini inserite nel deliberato d’intesa con la maggioranza, ci tranquillizzano ulteriormente. Vigileremo"
scrive in una nota il pd  "perché la Giunta, nella seduta di lunedì, recepisca l’indirizzo del Consiglio senza cedere a pressioni di sorta. Le frazioni sono aree vive della Città e devono essere raggiunte sempre da servizi migliori, che rispondano alle esigenze delle persone che abitano in periferia. L’apertura delle farmacie darà una spinta in tal senso, e segnerà una positiva controtendenza rispetto all’impoverimento delle periferie che invece vanno valorizzate sempre di più. Il PD è e sarà in prima fila per questo. Esprimiamo anche soddisfazione per l’accoglimento del nostro ordine del giorno contro gli aumenti dell’ARPA e attendiamo ora che il Comune di Sulmona chieda, in quanto socio dell’ARPA, la convocazione dell’assemblea per portare ai massimi livelli aziendali –con forza- l’opposizione ad aumenti ingiustificati e penalizzanti per il nostro territorio.
 Soddisfazione infine per l’approvazione unanime dell’impegno a chiedere che i soldi che la SACA dovesse incassare dalla vendita dell’ ex “vinicola peligna” siano destinati ad investimenti sulle reti idriche anche di Sulmona e non per ripianare debiti oppure per spesa ordinaria e di gestione. Se ci si libera di un bene immobile, con un guadagno, è giusto che quei soldi vengano spesi per migliorare il servizio.

VIDEO IN PRIMO PIANO :