ULTIM'ORA NAZIONALI

ULTIME NOTIZIE - Mutilato e abbandonato, morto il bracciante indiano a Latina- Putin da Kim a Pyongyang: "Combattiamo contro decenni di imperialismo Usa"- L'Ue apre la procedura sul deficit per Italia, Francia e altri cinque Paesi- Meloni ai maturandi, inizia una grande avventura,date il massimo - Ungaretti, Pirandello, Galasso e Levi Montalcini fra le tracce-

news

ULTIM'ORA DALLA REGIONE

ULTIM'ORA Marsilio "i cittadini chiedono un'Europa che faccia meno cose, ma che le faccia meglio"- Incidente su ss 16 a Vasto, muore un trentenne - ACS investe 4 milioni per il secondo stabilimento a Tortoreto-

Sport News

# SPORT # Il Portogallo batte in rimonta 2 - 1 la Repubblica Ceca - La Francia batte l'Austria 1-0- Romania-Ucraina 3-0 -

IN PRIMO PIANO

VERIFICATORI UNESCO IN MISSIONE AL PARCO NAZIONALE DELLA MAIELLA PER VALUTARE IL RINNOVO DELLA CERTIFICAZIONE A GEOPARCO MONDIALE UNESCO

SULMONA - "Il Parco Nazionale della Maiella ospiterà la prossima settimana i verificatori Unesco per la rivalidazione della certificazi...

TOP NEWS

TOP NEWS REGIONE ABRUZZO

FACEBOOK LIVE CENTROABRUZZONEWS

lunedì 10 giugno 2024

MARELLI SULMONA, AL VIA LA CIGO PER 462 DIPENDENTI


SULMONA - "Inizia oggi il primo ciclo di cassa integrazione allo stabilimento della Magneti Marelli di Sulmona.Domani vertice per secondo ciclo.La procedura è stata attivata per i 462 dipendenti dell'azienda di cui 40 impiegati e il resto operai. Saranno quindici i turni di lavoro con i riposi concentrati nei fine settimana, come sancito nell'accordo siglato nelle scorse settimane tra azienda e sindacati.Secondo i piani alti dello stabilimento, la cigo riguarderà a conti fatti solo 70 lavoratori, ma sulla carta da oggi fino al 23 giugno, tutti i dipendenti sono in cassa integrazione. Domani intanto la Magneti Marelli incontrerà le organizzazioni sindacali per definire il secondo ciclo di cassa che partirà dal 24 giugno fino al 7 luglio. Il tutto per i cali produttivi dell'ex Sevel di Atessa a cui la Marelli è collegata per l'80 per cento di produzione. Il futuro resta incerto se si considera che lo stop per la produzione del Ducato è fissato per il 2028 con l'incognita degli esuberi da definire e smaltire"(ANSA).


Nessun commento: