ULTIM'ORA NAZIONALI

ULTIME NOTIZIE - Rivolta nel carcere Beccaria, detenuti barricati- Tre militari della Gdf morti in esercitazione in montagna- De Luca: "Meloni ha comunicato sua vera identità"- Conte: "L'Europa è a un bivio, scegliere tra pace e guerra"- Putin avverte la Nato: "Andate verso la guerra globale"- Houthi attaccano una nave greca al largo dello Yemen-

news

ULTIM'ORA DALLA REGIONE

ULTIM'ORA Stellantis, cig per altri 570 lavoratori ad Atessa - Provincia L'Aquila, al via lavori su Sp 120 e Sp 35 Bis- Danni da peronospora, i sindaci chiedono tempi certi per gli aiuti - Ladri all'Agenzia delle Entrate a Pescara, rubati oggetti dei dipendenti-

Sport News

# SPORT # Il Sulmona futsal è in finale: a Faenza per la A2- Skyrace del Mammut, vincono Forconi e Pallini nella 21km -Il Napoli in ritiro a Castel di Sangro dal 25 luglio-

IN PRIMO PIANO

ALL’ABBAZIA DI SANTO SPIRITO AL MORRONE UNA GIORNATA DI STUDI SUL DIPINTO MURALE DI KURT KNORR

SULMONA - Francesco Sabatini: “La sua firma sul dipinto di Sulmona riempie il vuoto tra il rientro dal fronte orientale e la prigionia iniz...

TOP NEWS

TOP NEWS REGIONE ABRUZZO

FACEBOOK LIVE CENTROABRUZZONEWS

sabato 20 aprile 2024

SULMONA. I CONSIGLIERI DI MAGGIORANZA: “PIUTTOSTO OCCUPATEVI DELLE COSE SERIE”


SULMONA - "L’insopportabile litania dei consiglieri di opposizione Nannarone, Di Rocco, Santilli, La Porta e dei coniugi Proietti e Di Rienzo, ha davvero stancato! Che i novelli inquisitori, teleguidati anche dal civico candidato sindaco sconfitto, si stiano nascondendo dietro una foglia di fico è ormai evidente a tutti. Non riuscendo a far cadere l’amministrazione, contrastandola su temi e problemi della Città, i consiglieri ripiegano nella maniera meschina che politicamente più gli somiglia: buttando fango nei confronti dei singoli consiglieri di maggioranza. E quando questo non basta, coinvolgono addirittura amici o parenti, lanciando una volgare campagna diffamatoria e assumendo un comportamento bellicoso di chi pensa, e tratta, le persone, come merce scadente, facendosene vanto. Per questo diventa ogni giorno più difficile discutere con chi è maestro della mistificazione e del complotto perché ti trascina al suo livello e ti batte per esperienza. Anziché impegnare il nostro tempo nel cercare di risolvere i problemi della Città dovremmo forse cominciare a “investigare” sulla vita privata dei singoli consiglieri, come fanno loro? Dovremmo forse cominciare a chiederci cosa fanno i loro parenti o amici, di quanti e quali incarichi hanno beneficiato e quant’altro ancora?E’ un modo di fare che non ci appartiene e chi ci accusa del contrario lo sa bene perché noi ci limitiamo a fare quello che un consigliere comunale deve fare: curare cioè l’interesse della Città. Impegno che loro evidentemente non hanno. Equiparare la vicenda attuale con quella dell’ex assessore significa paragonare situazioni distanti l’una dall’altra e chi ha la bontà di rileggersi le carte lo sa bene. Nella vicenda attuale non esiste nessun “caso” e lo ribadiamo una volta e per tutte. Ma come fanno i consiglieri di minoranza a non essersi accorti, ancora, che in tanti, ormai, sanno bene come la loro necessità di “distrarre” l’opinione pubblica, nasca solo e soltanto dalla loro irrilevanza politica e dall’attribuire agli altri condotte e iniziative che forse potrebbero appartenere loro? I consiglieri di opposizione, Nannarone, La Porta, Di Rocco, Santilli, i coniugi Proietti e Di Rienzo, invece di chiedere le dimissioni di D’Aloisio, bene farebbero loro, a dimettersi, vista la nullità della loro azione politica ammnistrativa in questi anni. Basta pensare all’evanescenza e inconsistenza politica e ammnistrativa del consigliere Santilli che da 15 siede in consiglio comunale senza che la Città ricordi una sua iniziativa o contributo. E che dire poi, di Nannarone, Proietti e Di Rienzo che non si sono fatti scrupoli nel tradire l’elettorato quando non sono riusciti ad ottenere l’incarico (retribuito) di presidente del consiglio. Da persone coerenti e rispettose dell’elettorato, che i tre vantano di essere, ci si
aspetterebbe le dimissioni, non certo le piroette da un banco all’altro del consiglio comunale. Ma i consiglieri,l’esame di coscienza, lo invocano solo per gli altri, mica per sé! E urlano al complotto, all’ambiguità, al doppiopesismo. Ma non siamo più disposti a inseguirli su dissertazioni esaltate e irragionevoli. Abbiamo impegni ben più importanti. Abbiamo una Città da amministrare".


I Consiglieri di Maggioranza

Nessun commento: