ULTIM'ORA NAZIONALI

ULTIME NOTIZIE - Rivolta nel carcere Beccaria, detenuti barricati- Tre militari della Gdf morti in esercitazione in montagna- De Luca: "Meloni ha comunicato sua vera identità"- Conte: "L'Europa è a un bivio, scegliere tra pace e guerra"- Putin avverte la Nato: "Andate verso la guerra globale"- Houthi attaccano una nave greca al largo dello Yemen-

news

ULTIM'ORA DALLA REGIONE

ULTIM'ORA Stellantis, cig per altri 570 lavoratori ad Atessa - Provincia L'Aquila, al via lavori su Sp 120 e Sp 35 Bis- Danni da peronospora, i sindaci chiedono tempi certi per gli aiuti - Ladri all'Agenzia delle Entrate a Pescara, rubati oggetti dei dipendenti-

Sport News

# SPORT # Il Sulmona futsal è in finale: a Faenza per la A2- Skyrace del Mammut, vincono Forconi e Pallini nella 21km -Il Napoli in ritiro a Castel di Sangro dal 25 luglio-

IN PRIMO PIANO

ALL’ABBAZIA DI SANTO SPIRITO AL MORRONE UNA GIORNATA DI STUDI SUL DIPINTO MURALE DI KURT KNORR

SULMONA - Francesco Sabatini: “La sua firma sul dipinto di Sulmona riempie il vuoto tra il rientro dal fronte orientale e la prigionia iniz...

TOP NEWS

TOP NEWS REGIONE ABRUZZO

FACEBOOK LIVE CENTROABRUZZONEWS

lunedì 15 aprile 2024

LO CHEF SELVAGGIO DAVIDE NANNI PRESENTA A GIULIANOVA IL LIBRO “A SENTIMENTO”


GIULIANOVA - "Verrà presentato domani pomeriggio, alle ore 18, presso la sala Kursaal di Giulianova “A sentimento: la mia cucina libera, sincera, selvaggia”, il libro d’esordio dello chef “wild” Davide Nanni. All’incontro con l’autore parteciperanno anche l’assessore alla cultura del Comune giuliese Paolo Giorgini, il giornalista Leonardo Nodari direttore di “Gastrosofia.it”. L'incontro sarà moderato da Francesca Martinelli.La presentazione del libro di Davide Nanni rientra tra gli eventi organizzati dalla rassegna culturale
“7 incontri con l’Autore” che ha avuto inizio proprio a Giulianova con i 5 incontri con gli studenti
dell’I.i.s. “Cerulli Crocetti”, organizzata dalla storica Associazione culturale “Samarcanda: sipari,
saperi, sapori” con il patrocinio della Città di Giulianova, in collaborazione con la ets “Società
Civile e la aps “Gastrosofia.it”.




Il libro si presenta non come semplice manuale o ricettario di cucina: Davide accompagna i lettori
in un viaggio emozionate, alla scoperta dei piatti tipici della tradizione abruzzese, imparati dal
nonno Angelo quando assieme portavano al pascolo le pecore, fino a quelli più innovativi
sperimentati in Italia e all’estero. Il tutto amalgamato senza rigidità e imposizioni, mettendo sempre
al centro le persone e le relazioni.
Il giovane chef, popolarissimo sui social con oltre 400 mila followers su Instagram e 200 mila su
TikTok gestisce il ristorante di famiglia a Castrovalva, piccolo paesino incastonato nell’Abruzzo
interno aquilano, vicino Anversa degli Abruzzi, “Locanda Nido d’Aquila”. Ospite fisso del
programma di Antonella Clerici “È sempre mezzogiorno!”, sui social, a suon di “J so wild”, il motto
che per lui rappresenta uno stile di vita e lo ha reso famoso, porta avanti la sua idea di
anticonformismo, semplicità e purezza. Ogni settimana sceglie 2 ricette prese dalla tradizione rurale
abruzzese, alcune rivisitate in chiave moderna, da cucinare all’aperto, tra i boschi, in modo semplice
e “wild” lasciando letteralmente a bocca aperta i suoi ospiti e gli utenti di TikTok e Instagram.
Come utensili ci sono le pentole di una volta, quelle che le nonne conservavano sopra la cucina
economica; non può mancare la “sparra” di legno, che ricorda sempre storie antiche, il matterello,
“la cucchiara” e il suo amico del cuore, il bastoncino “lilletto” con cui lo chef fa praticamente tutto:
gira la pasta, ammassa, mescola gli ingredienti.




Cresciuto a Castrovalva, piccolo paesino di 15 abitanti, Davide si è fatto strada nel mondo della
cucina lottando contro gli stereotipi e cercando di non scendere mai a compromessi con se stesso e
con i suoi valori. Non è stato un percorso facile, soprattutto dopo le esperienze nei ristoranti di
Londra, Roma e degli Stati Uniti, in cui ha toccato con mano il bello e il brutto del mondo della
ristorazione. Ma il destino l’ha riportato in Abruzzo, alle sue radici. E quando ha smesso di
rincorrere un ideale che non gli apparteneva, la vita l’ha premiato".

Nessun commento: