ULTIM'ORA NAZIONALI

ULTIME NOTIZIE - Roberto Baggio rapinato in casa durante Spagna-Italia. Tenta di fermare i malviventi ma viene colpito alla testa- Uccide la moglie a coltellate al culmine di una lite - Leo: "Il redditometro non esiste, la norma sarà migliorata"-

news

ULTIM'ORA DALLA REGIONE

ULTIM'ORA Marsilio "i cittadini chiedono un'Europa che faccia meno cose, ma che le faccia meglio"- Incidente su ss 16 a Vasto, muore un trentenne - ACS investe 4 milioni per il secondo stabilimento a Tortoreto-

Sport News

# SPORT # Euro 2024: troppa Spagna per l'Italia, la Roja già a ottavi - Serbia - Slovenia 1 - 1-

IN PRIMO PIANO

LUCIO ZAZZARA: "IL PARCO NAZIONALE DELLA MAIELLA È APERTO A SOTTOSCRIVERE CONVENZIONI PER FAVORIRE RIPRESE ANCHE CON LA FILMCOMMISSION

SULMONA - "Il Presidente Lucio Zazzara è intervenuto a Campo di Giove ospite del sindaco Michele Di Gesualdo e di Matteo De Chellis, a ...

TOP NEWS

TOP NEWS REGIONE ABRUZZO

FACEBOOK LIVE CENTROABRUZZONEWS

lunedì 1 maggio 2023

AUTONOMIA DIFFERENZIATA, IL 6 MAGGIO EVENTO DEL PD ABRUZZO CON SANDRO RUOTOLO

PESCARA - Autonomia differenziata, il 6 maggio evento del PD Abruzzo con Sandro Ruotolo: “Rischi colossali, importante opporsi anche per costruire coalizione alternativa al governo regionale per le elezioni del 2024".“La secessione differenziata. Come distruggere sanità, scuola, trasporti, futuro del Sud Italia” è il titolo dell’evento organizzato dal Partito Democratico abruzzese che si svolgerà sabato 6 maggio alle 17 a Pescara, all’Auditorium Petruzzi in via delle Caserme 24. Vi parteciperanno tra gli altri e le altre Sandro Ruotolo, componente della segreteria nazionale del Pd, e Marco Esposito, giornalista e saggista.Il senatore Michele Fina, segretario del Pd Abruzzo, dichiara: “Sarà l’opportunità per spiegare e sottolineare tutti i colossali rischi del progetto leghista della cosiddetta autonomia differenziata. L’Abruzzo e tutto il Mezzogiorno li sconterebbero attraverso una diminuzione dell’efficienza di servizi e della garanzia di diritti fondamentali, che già sono stati negli anni recenti in molti casi oggetto di tagli, hanno registrato un generale peggioramento. Si sta andando esattamente nella direzione opposta rispetto a quella necessaria, che imporrebbe una riduzione dei divari territoriali. Il nodo è naturalmente anche politico, perché il presidente della nostra Regione, i componenti della sua maggioranza, ben si guardano dall’alzare la voce e disturbare i manovratori. Si preferisce come al solito la ragione di partito alle esigenze dei territori: è gravissimo. Per noi invece questo è assieme ad altri un tema dirimente. Nel progettare l’opposizione all’autonomia differenziata, nell’elaborare strategie alternative, intendiamo ritrovarci con le altre forze politiche e civiche per proseguire nel percorso di costruzione della coalizione alternativa a questo governo regionale, in vista delle elezioni del 2024”.

Nessun commento: