news

---ULTIM'ORA NAZIONALI

ULTIME NOTIZIE - L'Italia fa entrare le Ong, porti sicuri per tre navi- Putin: 'E' inevitabile un accordo sull'Ucraina'- A Lampedusa nave ong, sbarcati 33 migranti- Iran. Spari ai genitali e al seno, impiccato un manifestante- La Prima della Scala. Ovazione per Mattarella-

TOP NEWS

TOP NEWS REGIONE ABRUZZO

ABRUZZO DOSSIER - PREMIO AQUILA D'ORO 2022

CENTROABRUZZONEWS CANALE VIDEO IN DIRETTA STREAMING SUL WEB E SU SMART TV

Canale VIDEO - CENTROABRUZZONEWS

sabato 12 novembre 2022

IL COMANDANTE DELL’INTERREGIONALE “OGADEN” DI NAPOLI, GEN. C.A. ANDREA RISPOLI SARÀ IMPEGNATO NELLA VISITA AL COMANDO PROVINCIALE DEI CARABINIERI DI L’AQUILA

L'AQUILA - "Il 15 novembre 2022, il Comandante dell’Interregionale “Ogaden” di Napoli, Gen. C.A. Andrea RISPOLI sarà impegnato nella visita al Comando Provinciale dei Carabinieri di L’Aquila. Nell’occasione sono state invitate le delegazioni della Rappresentanza Militare (organismo attualmente in carica transitoria residuale - art. 19 Legge n° 46 del 28 aprile 2022-) mentre sono state escluse in modo molto discutibile, le “parti sociali” di categoria interessate, anche quelle iscritte all’Albo di riferimento.L’Associazione Sindacale Carabinieri UNARMA, così come affermato dal suo Segretario Generale per l’Abruzzo Alessandro Marconi, rappresenta e tutela i diritti in ambito lavorativo dei Carabinieri ed esercita nelle forme e misure previste dalla legge n°46/28 aprile 2022, pertanto, tale circostanza, rappresenta un evento del tutto incomprensibile quanto ingiustificabile. A tal proposito – Marconi - tiene a riportare, che già prima della scorsa estate, il Comando Generale Dell’Arma dei Carabinieri ha emanato apposite direttive affiche si provvedesse al coinvolgimento dei Sindacati di categoria nelle attività istituzionali, ribadendo inoltre che la leale cooperazione tra Associazioni Sindacali e Amministrazione è l’unica vera strada maestra da perseguire nell’intento della valorizzazione e l’efficientamento del servizio d’istituto e del benessere del personale militare. Pertanto, - aggiunge -, procrastinare ad oltranza atteggiamenti ostativi del tutto anacronistici, non può far altro che impedire la nascita di un serio e proficuo dialogo tra “parti sociali” ed Amministrazione, ostacolando oltremodo l’assolvimento di tutti quei compiti specifici riconosciuti dall’articolo n° 39 della Costituzione Italiana e che rappresentano il punto di riferimento per tutti i diritti dei lavoratori italiani".

Il Segretario Gen. Regionale
Alessandro Marconi

Nessun commento: