news

---ULTIM'ORA NAZIONALI

ULTIME NOTIZIE - 'Le regioni ucraine annesse, adesso pronti a negoziare'- Grande nuvola di metano sopra Norvegia e Svezia- Inflazione a settembre al 9%. La spesa mai così cara dal 1983- Prometeia taglia il pil dell'Italia di quasi 2 punti nel 2023- Kabul, kamikaze si fa esplodere oltre 30 morti in una scuola- Missili su convoglio umanitario a Zaporizhzhia, 23 le vittime- Bollette, arriva la stangata. Per la luce quasi un + 60%-

TOP NEWS

TOP NEWS REGIONE ABRUZZO

IN PRIMO PIANO

PRATOLA PELIGNA, LA BCC È UNA BANCA "A CINQUE STELLE"

CENTROABRUZZONEWS CANALE VIDEO IN DIRETTA STREAMING SUL WEB E SU SMART TV

Canale VIDEO - CENTROABRUZZONEWS

venerdì 17 giugno 2022

IN RICORDO DI LUCA D’ANDREA: A SULMONA IL 1° MEMORIAL DI CALCIO

Un memorial di calcio giovanile per ricordare Luca D’Andrea, l’alpinista di Sulmona morto all’età di 51 anni sul Gran Sasso nel luglio 2016 SULMONA - Si svolgerà domenica prossima, 19 giugno, al centro sportivo Agorà in viale dell’Agricoltura. L’evento è organizzato dall’Asd Gymnopedie ed è riconosciuto dalla Figc. Oltre alla squadra locale, parteciperanno il Pescara, la Fenice Academy Avezzano e la Valle Peligna che si sfideranno in un quadrangolare di calcio a 7 riservato alla categoria pulcini. Si partirà alle 8.40 con le partite del girone unico di due tempi da 15 minuti. Dopo la pausa pranzo, alle 14.30 è prevista una visita all’Abbazia Celestiniana mentre alle 15.45 le squadre torneranno in campo per la seconda fase del torneo. Al termine di svolgeranno le premiazioni.Sul ricordo di Luca D’Andrea, riceviamo e pubblichiamo integralmente una nota dell’Asd Gymnopedie:


“I supereroi, c’è chi li ha conosciuti da bambino, vedendo una colorata copertina spuntare in un’edicola. C’è chi li ha riscoperti al cinema, quegli stessi personaggi usciti come per magia dalla carta stampata e finiti su una pellicola cinematografica. Noi un supereroe, il nostro supereroe-semidio, degno della più gloriosa epica omerica, un vero e proprio Achille 2.0, lo abbiamo conosciuto per davvero, in carne e ossa, nella nostra infanzia e poi adolescenza. Ed è rimasto con il suo scettro assai poco regale e piuttosto minimalista, fino alla fine dei suoi giorni. Una fine che è arrivata improvvisa come proprio un fulmine a ciel sereno, a turbarci e disorientarci per mesi e anni. Perché mai avremmo creduto e pensato di poter perdere un eroe-amico così prezioso, indispensabile per la nostra quotidianità fatta di piccoli o grandi ostacoli. Abbiamo atteso 6 lunghi anni per tornare a parlare di lui dopo aver scremato tutti quei ricordi da un dolore insopportabile che è piombato sulle nostre esistenze senza preavviso, come un cazzotto nello stomaco, come quel noto macigno che schiaccia senza colpo ferire Willy il Coyote che prova a catturare Beep Beep. Domenica 19 giugno l’Asd Gymnopedie di Sulmona ricorda un amico, un amico davvero speciale, Luca D’Andrea. Luca è stato uno degli alpinisti più appassionati e abili del panorama nazionale e internazionale. Purtroppo, proprio per questa passione quasi incontenibile, Luca non è più tra noi dall’estate 2016. Sulla parete Nord del Monte Camicia, Luca insieme al suo inseparabile compagno di cordate Roberto Iannilli, ha perso la vita e ha lasciato tutti noi, familiari e intimi amici, in un profondissimo sgomento, un vuoto opprimente e incolmabile. Una sensazione di dolore che stenta ad affievolirsi. Quella maledetta montagna, quel maledetto paretone di centinaia di metri di dislivello di roccia friabile, ha inghiottito tra i suoi anfratti, le sue pareti, i suoi canaloni, una persona dal cuore d’oro. Che, come scriveva lo stesso Iannilli, era di acciaio inox, non assumeva medicinali, aveva bicipiti possenti, non c’era passaggio che abbia mai potuto fermarlo. Fino a quel giorno di luglio 2016 in cui “qualcosa” lo ha fermato il suo cuore d’oro, forse una disattenzione, una banale fatalità. La nostra vita senza Luca non è più la stessa. Come ha scritto Iannilli, Luca “possiede un carattere molto generoso, al punto di metterti a disagio…fa sempre comodo un amico così”! Oggi sentiamo quasi il dovere che è in verità un onore, di ricordarlo. Questa giornata di sport la dedichiamo a Luca sapendo bene che da qualche parte lui è tra noi, con quel suo solito genuino e spontaneo sorriso pieno di vita. Ciao Luca!”

Nessun commento: