---ULTIM'ORA NAZIONALI

ULTIME NOTIZIE - Kiev, distrutto oltre il 30% dei tank russi. Kadyrov, Severodonetsk in nostro controllo- Nepal, persi i contatti con aereo A bordo si trovano 22 persone- Putin a Macron e Scholz: 'Pronti al dialogo' Mosca: 'Nuovo test sul missile ipersonico'- Mosca: 'Nuovo test del missile ipersonico. Kherson ha chiuso gli accessi in Ucraina'- Trump: 'Ci riprenderemo la Casa Bianca'-

news

TOP NEWS

TOP NEWS

CENTROABRUZZONEWS CANALE VIDEO IN DIRETTA STREAMING SUL WEB E SU SMART TV

Canale Diretta Streaming - CENTROABRUZZONEWS

lunedì 11 aprile 2022

FARE CENTRO, LIRIS: "SUBITO SCORRIMENTO GRADUATORIE E NUOVO BANDO FARE CENTRO 2.0"

L’AQUILA - “Altri 10 milioni di euro saranno disponibili per la ripresa socio-economica dell’Aquila e dell’area del cratere sismico del 2009, coi quali procederemo allo scorrimento delle graduatorie del bando ‘Fare Centro’ e finanzieremo un nuovo bando 'Fare Centro 2.0' per sostenere le attività produttive”.Lo annuncia l’assessore regionale al Bilancio Guido Liris, che ha inviato una missiva al coordinatore della Struttura tecnica di missione presso la Presidenza del Consiglio dei ministri, Carlo Presenti, nella quale ha formalizzato la richiesta “di voler destinare una quota delle economie del Programma Restart ad oggi disponibili e, se necessario, parte di quegli stanziamenti allocati nell’Asse 1 del ‘sistema industriale’ mai impegnati e, quindi, non utilizzati, sia preliminarmente per lo scorrimento della graduatoria in essere del bando Fare centro (fino ad arrivare a finanziare quegli interventi valutati con punteggi significativamente indicatori di una buona qualità progettuale) sia per l’avvio di un nuovo bando, con le medesime finalità, e diretto quindi al tessuto economico dei centri storici del cratere 2009. Nel caso in cui il nuovo bando avesse un riscontro impattante saranno ulteriormente reperite e stanziate le somme necessarie ”.Liris, che ha spiegato nel documento inviato al capo della struttura tecnica di missione come “i fondi dell’Asse 1 potranno essere reintegrati con le nuove assegnazioni del 4% delle risorse finanziarie stanziate per la ricostruzione e per le quali sono a chiedere (la richiesta è rivolta a Presenti) aggiornamenti e specifiche utili, al fine di poter disporre di tempi e modi per avviare l’interlocuzione con il territorio e disegnare la nuova progettualità del Restart 2.0”, ricorda la “vitale importanza di tali risorse per il tessuto produttivo delle aree interne”.“Per le imprese sarà una nuova iniezione di liquidità, un’autentica boccata di ossigeno a tutti gli effetti”, sottolinea l’assessore, “destinata a dare nuova linfa ad un tessuto produttivo provato dalla pandemia e, in taluni casi, dalle congiunture internazionali”.

Nessun commento: