--ULTIM'ORA NAZIONALI

ULTIME NOTIZIE - Il voto in Iran: L'ultraconservatore Raisi secondo i primi dati è al 62%- Draghi: 'L'eterologa funziona, ma c'è libertà di scelta'- Mini quarantena e tampone per chi viene dalla Gb- Morto Giampiero Boniperti. Juve: 'Era la nostra identità'- Green pass dal primo luglio. Ok a viaggi ed eventi in Europa-

news

VIDEO IN PRIMO PIANO - CENTROABRUZZONEWS

martedì 8 giugno 2021

LA PIAGGIA DELLA LUNA: LEGGENDA, ARCHEOLOGIA E TRADIZIONE


INTRODACQUA  - "Antonio De Nino descrive sulla sommità della Plaja un recinto circolare del diametro di m 8  che i rimboschimenti e le recenti costruzioni hanno cancellato (Mattiocco). Chi si reca per la prima volta alla Plaja “resta meravigliato a vedere gran parte del terreno sparso di pietre sferiche di ogni dimensione” (De Nino), i geodi. La caduta degli aeroliti, frequente nelle leggende dell’antichità (Pansa), fa qui capo a Madama Angiolina, la fata del Lago di Scanno, ed alla pioggia di pietre infuocate che caddero nei pressi di Bugnara e sulla Plaja.Sulla Plaja si sale a mezzanotte in occasione della festa di San Giovanni, “rinnovazione della festa natalizia dell’anno solare”(De Nino): all’alba il sole compie tre salti e si vede apparire la testa di San Giovanni grondante sangue. La leggenda affascinò Gabriele d’Annunzio che nella Figlia di Iorio fa dire a Ornella: “E domani è San Giovanni, /  fratel caro; è San Giovanni. /  Sulla Plaia me ne vò gire, / per vedere il capo mozzo / dentro il sole, all’apparire, / per veder nel piatto d’oro / tutto il sangue ribollire”. Note a cura di Raffaele Giannantonio ed Alessandra Rossi



Nessun commento:

Posta un commento

VIDEO IN PRIMO PIANO :