--ULTIM'ORA NAZIONALI

ULTIME NOTIZIE - Pnrr Italia, l'ok entro 24 ore. Parte l'iter di approvazione - L'ipotesi: 'Stop mascherine all'aperto' Oggi il tema al vaglio del Cts- Italia batte Galles 1-0: Azzurri a punteggio pieno- Da domani l'Italia bianca, gialla solo la Valle d'Aosta- Un morto sul lago di Garda, una ragazza è dispersa- 'L'Italia non si è mai sottratta al salvataggio dei profughi'-

news

VIDEO IN PRIMO PIANO - CENTROABRUZZONEWS

sabato 15 maggio 2021

SULMONA È PRONTA AD ACCOGLIERE IL “GIRO E 2021”

SULMONA - Appuntamento domani domenica 16 maggio in piazza Garibaldi per la partenza della nona Tappa prevista alle 11, quando i corridori, in sella alla bici da corsa a pedalata assistita, tra cui i due sulmonesi Paolo Pennestrì e Aurelio Di Pietro, attraverseranno Corso Ovidio, Piazza Tresca, Viale Matteotti, via Pescara, viale Della Repubblica, proseguendo in direzione Pratola Peligna, Raiano e Castelvecchio Subequo per raggiungere Campo Felice (Rocca di Cambio), sullo stesso itinerario del Giro d’Italia. Con ordinanza dirigenziale, è stato istituito il divieto di circolazione e sosta dalle 7 alle 12 di domenica 16 maggio in piazza Garibaldi, Largo Faraglia, Corso Ovidio (nel tratto compreso nell’intersezione di via D’Eramo e piazza Tresca),

Piazza Tresca, viale Matteotti, viale Roosvelt, via Pescara, viale della Repubblica,via ex SS 17, fino al limite del territorio comunale in località Santa Brigida, ad eccezione dei partecipanti alla manifestazione accreditati che attraverseranno Corso Ovidio con senso di marcia da piazza Carmine verso Piazza Tresca. Queste limitazioni si applicano anche ai veicoli a servizio dei disabili e alle auto in servizio di piazza con conducente o taxi, nonché ai residenti ed autorizzati a circolare in Area Pedonale Urbana ed in Zona a Traffico Limitato. Nelle stesse ore è vietato, inoltre, circolare e sostare in Via Circonvallazione Orientale nel tratto compreso tra l’intersezione con Via Iapasseri e l’intersezione con Viale Matteotti: è istituito l’obbligo di proseguire dritto per i veicoli provenienti da Via Turati in direzione Via Circonvallazione Orientale verso Ponte Capograssi.


L’evento, promosso dal Comune di Sulmona, organizzato da RCS Sport in sinergia con il Comitato locale e sostenuto dalla Fondazione Carispaq, si svolgerà nel rispetto rigoroso della normativa anticovid e piazza Garibaldi sarà animata da colori ed entusiasmo per salutare al meglio il Giro E bike. Saranno presenti gli atleti dell’Hand Bike, del Downhill, stand espositivi della Fondazione Isal, Esa, Music and Dance. Nell’area hospitality, insieme alle autorità, ci sarà una rappresentanza dei figuranti della Giostra Cavalleresca di Sulmona e della Banda musicale Acmi di Introdacqua che intonerà l’Inno nel momento partenza dei ciclisti.


“Sarà un momento di ripartenza dopo tanti mesi di chiusure e restrizioni dovute all’emergenza sanitaria, che purtroppo è ancora in corso. Abbiamo colto da subito l’opportunità di questa giornata all’insegna dello sport e del turismo slow, come occasione di visibilità per la promozione turistica per il rilancio della città e del territorio attraverso il progetto Cuore d’Abruzzo in bici, che unisce 27 comuni con 14 itinerari di ciclovie georeferenziati e mappati per 1000 km che partono dall’ Abbazia celestiniana. Ringrazio tutti coloro che si sono impegnati in queste settimane per questo bellissimo evento ciclistico qual è  il Giro E, in cui parteciperanno due atleti che rappresenteranno Sulmona ai quali va il nostro caloroso incoraggiamento”. Lo afferma il sindaco Annamaria Casini.
 “Si tratta di un’iniziativa molto originale” dichiara il Presidente della Fondazione Carispaq Domenico Taglieri  “che attirerà un grande interesse e che si svolge anche sull’onda emozionale del Giro d’Italia, che negli stessi giorni tocca gran parte del territorio abruzzese e della provincia dell’Aquila. La partenza di tappa del Giro E Bike da Sulmona non poteva non avere il supporto della Fondazione Carispaq che è presente in questa iniziativa con un suo intervento importante, nella convinzione che manifestazioni come questa servano anche a rilanciare e promuovere in maniera diversa l’immagine turistica dei nostri territori. Luoghi percepiti sempre di più quali meta di un turismo di benessere anche grazie all’elevata qualità ambientale, culturale e paesaggistica che conservano”.




Nessun commento:

Posta un commento

VIDEO IN PRIMO PIANO :