--ULTIM'ORA NAZIONALI

ULTIME NOTIZIE - Putin: 'Bene con Biden' Intesa sugli ambasciatori- Al via il summit Biden-Putin 'Speriamo sia produttivo'- Samam: L'sms trappola della madre 'Torna, stiamo morendo'- Al via gli esami di maturità per oltre 500mila studenti- Sì dell'Aifa al mix di vaccini. Le Regioni in ordine sparso-

news

VIDEO IN PRIMO PIANO - CENTROABRUZZONEWS

venerdì 16 ottobre 2020

INCOMPATIBILITA' DI UN COMPONENTE DELLA GIUNTA:"L’ATTUALE ASSESSORE NON RIENTRA AFFATTO IN SUDDETTA PREVISIONE"

RAIANO - "In riferimento all’articolo apparso sulla stampa on line inerente ad una presunta incompatibilità di un componente della Giunta Comunale, assessore con delega al sociale, in quanto lavoratore dipendente di una cooperativa che svolge servizi sociali nell’ambito dell’ECAD, si evidenzia che le cause tassative di incompatibilità alle cariche di sindaco e consigliere comunale sono elencate nell’articolo 63 del decreto legislativo 267/2000.Sono incompatibili con la carica di sindaco, consigliere comunale o circoscrizionale, ai sensi del punto 2 del citato art 63 comma 1, coloro che, come titolari, amministratori, dipendenti con poteri di rappresentanza o di coordinamento hanno parte, direttamente o indirettamente, in servizi, esazioni di diritti, somministrazioni o appalti, nell'interesse del comune o della provincia, ovvero in società ed imprese volte al profitto di privati, sovvenzionate da detti enti in modo continuativo, quando le sovvenzioni non siano dovute in forza di una legge dello Stato o della regione, fatta eccezione per i comuni con popolazione non superiore a 3.000 abitanti qualora la partecipazione dell'ente locale di appartenenza sia inferiore al 3 per cento e fermo restando quanto disposto dall'articolo 1, comma 718, della legge 27 dicembre 2006, n. 296.
L’attuale assessore non rientra affatto in suddetta previsione.
È principio consolidato che, per la loro natura di eccezione al dettato dell’articolo 51 della Costituzione, le norme in materia di ineleggibilità sono soggette alla "stretta interpretazione" e non possono essere interpretate né in via estensiva, né analogica.
La fattispecie in esame è stata, inoltre, specificamente esaminata dal Ministero dell’Interno con parere Classifica 15900/TU/00/63 in data 23 maggio 2014, in cui si afferma che il sindaco che sia anche socio lavoratore, senza poteri di rappresentanza e coordinamento, di una cooperativa che espleta servizi sociali per conto del Comune, non versa in alcuna situazione d'incompatibilità".


Il Gruppo di Maggioranza
       Uniti per Raiano
 

Nessun commento:

Posta un commento

VIDEO IN PRIMO PIANO :