--ULTIM'ORA NAZIONALI

ULTIME NOTIZIE - Coprifuoco da subito alle 23. La road map delle aperture- Cabina di regia e poi il Cdm . Verso allentamento misure- Violenza donne e pandemia, +79,5% di chiamate al 1522- Ieri meno di cento vittime. Attesa per la cabina di regia- Covid: 5.753 casi, 93 vittime E' il dato più basso da 7 mesi- In discoteca con green pass: I gestori: 'Vaccinare da noi'-

news

VIDEO IN PRIMO PIANO - CENTROABRUZZONEWS

mercoledì 15 luglio 2020

RISERVA NATURALE GOLE DI SAN VENANZIO: "CONSULENZE, POLTRONE E RENDICONTI POCO CHIARI"

RAIANO -"Da anni denunciamo una gestione della Riserva non rispettosa delle regole stabilite dalla sua istituzione.Gestione affidata per anni ad un’Associazione, grazie ad infinite proroghe (cinque)di dubbia legittimità. Ancora oggi, mediante un bando molto, ma molto particolare,si continua con lo stesso andazzo,ad una nuova probabile assegnazione sempre alla stessa Associazione.
Le novità riguardano l’aggiunta di una Cooperativa di Villalago (alla faccia della raianesità) e di soggetti locali che in passato hanno avuto in affidamento la gestione manutentiva del laghetto “La Quaglia”, il cui unico intervento (in tre anni) è stato il taglio di alberi, patrimonio boschivo pubblico, con relativa vendita del legnatico e introito diretto dei proventi al gestore, senza alcun beneficio per la casse comunali; risultato finale di gestione:
il laghetto oggi è impresentabile a causa del suo indecoroso degrado.Come se non bastasse l’Amministrazione Comunale, praticamente scaduta e in proroga solo grazie all’emergenza COVID, nelle settimane scorse ha emesso un Bando per l’assunzione fino al 31/12/2021 di un esperto in tema di promozione turistica, per un importo di 11.000,00 Euro, senza alcuna forma di informazione pubblica se non la obbligatoria pubblicazione sull’Albo Pretorio, con tempi strettissimi per l’invio delle domande.
Sono anni che la Riserva è priva di un Direttore incaricato ai dovuti controlli dell’Ente sull’operato del soggetto gestore (privato) affidatario della gestione e, invece, alla scadenza di un mandato amministrativo, alla vigilia delle elezioni,si procede ad assumere altre consulenze oltre a quelle numerose già in essere: qualcosa non convince…
Non convince, inoltre, il fatto che nel rendiconto gestionale dei Fondi Ordinari del 2019 su un totale di Euro 103.664,13 l’Associazione Ambiente e/è Vita per quanto di sua competenza ne ha rendicontato solo 66.084,00 Euro, mentre la differenza dovrebbe rendicontarla l’Amministrazione Comunale poiché si tratta di risorse gestite direttamente dalla stessa: tra le spese risultano consistenti somme per attività promozionali, editoriali e altre!!!!
Non si tratta di una novità, è già successo e noi lo abbiamo denunciato, senza aver ottenuto alcun riscontro. Nel rendiconto di gestione del 2018 l’Associazione, su una dotazione totale annua di 93.532,00 Euro, ha rendicontato una spesa di soli Euro 63.200,00 circa, mentre per la restante somma di 30.332,00 Euro, gestita direttamente dall’Amministrazione Comunale di Raiano, non esiste traccia.
Ci piacerebbe conoscere per quali finalità l’Amministrazione Comunale abbia utilizzato tali somme.
Alla luce di quanto sopra, nel riscontrare in questi anni l’assenza di informazioni e il mancato coinvolgimento del Consiglio Comunale sia per la nomina del Direttore sia del soggetto gestore, come previsto dalle Delibere istitutive della Riserva, Delibere mai revocate o sostituite, sarebbe opportuno che i Servizi Regionali competenti provvedessero ad una verifica più attenta dell’utilizzo dei Fondi Ordinari annuali per le finalità di legge previste".

“Alternativa Civica Democratica – Per Raiano”

Nessun commento:

Posta un commento

VIDEO IN PRIMO PIANO :