--ULTIM'ORA NAZIONALI

ULTIME NOTIZIE - Sileri: 'Presto per levare coprifuoco ma riaperture irreversibili'- Domani 7 milioni a scuola: Si lavora al nuovo decreto- L'ultimo saluto a Filippo: Un minuto di silenzio in Gb- Open Arms. Salvini rinviato a giudizio: 'Scelta dal sapore politico'- L'addio a Filippo, la regina nella cappella di St George Europa- Riaperture dal 26 aprile: Un pass per gli spostamenti- Draghi: 'Un pass per spostarsi tra le Regioni di colore diverso'-

news

VIDEO IN PRIMO PIANO - CENTROABRUZZONEWS

sabato 20 giugno 2020

IL RILANCIO DELLE ZONE RURALI PASSA PER L’UE. DI QUESTO SI E’ PARLATO AL WEB MEETING DI EUROPE DIRECT MAJELLA

SULMONA - Si è svolto il web meeting Rilancio e Sviluppo Post Covid 19 per le aree rurali dello Europe Direct Majella. Molti gli esponenti politici intervenuti ma presenti anche esperti in programmazione europea. Obiettivo illustrare gli interventi che la Commissione Europea ha messo in campo per far rialzare l’economia delle aree rurali abruzzesi.Nella prima sessione istituzionale politica hanno partecipato, tra gli altri, il Capo della Rappresentanza della Commissione Europea, Antonio Parenti, il Capo del Parlamento Europeo, Carlo Carrozza, il Vice Presidente del Consiglio della Regione Abruzzo, Emanuele Imprudente e gli eurodeputati Luisa Regimenti e Aldo Patriciello, Mario Furore e le Associazioni di Categoria.L’On Luisa Regimenti ha dato un’anticipazione dei programmi attualmente al vaglio della Commissione Europea come la strategia Farm to Fork per migliorare le aziende agricole che potrebbero essere supportate con sovvenzioni dirette ed indirette.
Raccomanda anche di monitorare la PAC nell’ambito del quadro finanziario pluriennale 2021-2027 (MFF 2021-2027). Ha anche segnalato i bandi aperti per gli imprenditori e agricoltori delle aree rurali della Regione Abruzzo come il bando Sostegno a investimenti per la diversificazione delle imprese agricole” – Edizione 2020.
Il Vicepresidente Emanuele Imprudente, con delega all’Agricoltura ha esposto alcune delle tematiche politiche importanti su cui la Regione sta lavorando. E’ il caso delle Zone Economiche Speciali o degli altri interventi per far crescere le aree rurali anche dal punto di vista tecnologico, come portare la banda larga nelle zone più remote della regione. Inoltre ha dichiarato “Stiamo lavorando alla promozione su reti nazionali e ad un marchio di qualità abruzzese che consenta la valorizzazione dei nostri prodotti, soprattutto per quelli che non hanno riconoscimenti di marchi europei e non hanno la possibilità di avere una promozione” Inoltre ha parlato di la questione del post sisma. Si è parlato di interventi a favore all’economia agricola con i rappresentanti delle associazioni di categoria locale del settore che conoscono bene la complessità delle aree rurali d’abruzzo. Per Confederazione italiana agricoltori, Mauro Di Zio, l’Avv Diligenti per la Coldiretti e Stefano Fabrizi per Confagricoltura.Una sessione pomeridiana più tecnica ha posto l’attenzione su come far emergere le potenzialità della Valle Peligna.

Per il Parco Nazionale Majella, è intervenuto il direttore Luciano Di Martino che ha presentato i progetti internazionali. Molti i progetti Life, i cui fondi sono erogati direttamente dalla Comunità Europea, in cui l’ente impegnato come capofila. Wolfnet e Cornata per la tutela degli animali e Floranet per la tutela dei fiori dell’Appennino.

Oppure per la valorizzazione turistica del territorio, sono partner, dal 2018 del Programma Interreg Adrion con il progetto Adriaticaves, per la promozione delle grotte dei paesi sull’Adriatico. Al di fuori della programmazione europea, la promozione dei percorsi della fede di Celestino V, con la valorizzazione ad hoc degli itinerari verso i 40 luoghi di culto rupestri della Majella ma anche gli aiuti agli allevatori, con il claim il lupo riporta la pecora, per cui per ogni capo predato viene restituito all’allevatore del parco una pecora, il progetto coltiviamo la diversità con 25 aziende aderenti, per garantire la vendita di questi prodotti in ottica eco sostenibile, con la creazione della rete agricoltori custodi e ristoratori custodi tra cui anche le aziende dell’aglio rosso di Sulmona.

Secondo intervento del pomeriggio, il professore Mauro Cappello dell’Università della Tuscia e di Roma III, che dopo aver dato credito alla pragmaticità degli esponenti politico istituzionali, ha messo in evidenza la celerità delle azioni della Commissione Europea in risposta alla pandemia. Risposte identificabili nei due pacchetti CRII Corona Virus Response Investment Initiative.

Il Web Meeting di Europe Direct si è tenuto proprio il giorno del vertice europeo in videoconferenza durante il quale i membri europei hanno iniziato le negoziazione sul Recovery Fund. Sullo sviluppo rurale il professore ha illustrato altri strumenti di finanziamento: Next Generation EU, MFF 2021 - 2027, Safety Nets. 
Gli Europe Direct sono degli sportelli di informazione della Commissione Europea attraverso il quale l’organo che ha sede a Bruxelles e Strasburgo informa i cittadini nei paesi membri. Lo sportello con sede a Sulmona è il risultato di un progetto presentato dall’Associazione Linae con il Parco Nazionale della Majella, capofila.

https://www.facebook.com/europedirectmajella/videos/713813976112829/

https://www.facebook.com/europedirectmajella/videos/1100916116960260/

Nessun commento:

Posta un commento

VIDEO IN PRIMO PIANO :