--ULTIM'ORA NAZIONALI

ULTIME NOTIZIE - Arriva il 'green pass', resta il coprifuoco dalle 22- Via libera al vaccino di J&J 'I benefici superano i rischi'- Bufera sul video di Grillo. Bongiorno: 'Prova a carico' La mamma difende il figlio- Il governo vara le riaperture: Salvini: 'Coprifuoco alle 23'- Bufera sulla Superlega, vertice dei club di Serie A-

news

VIDEO IN PRIMO PIANO - CENTROABRUZZONEWS

venerdì 19 giugno 2020

"FACCIAMO CHIAREZZA SUL COMITATO MOVETE (REALIZZATORE DEL PROGETTO DI PREFATTIBILITA’ DEL POTENZIAMENTO DELLA LINEA PESCARA – ROMA -L’AQUILA): DOVE, COME E PERCHE’ NASCE E QUAL È IL SUO PERCORSO"

SULMONA - "Scriviamo alla nostra Città per chiarire alcune situazioni politiche che hanno visto protagonista il MEETUP SULMONESE DELI AMICI DI BEPPE GRILLO a livello regionale, in particolare in seguito alla costituzione nel suo alveo DEL COMITATO MO.VE.TE. (MOBILITÀ VELOCE TERRITORIALE).
L’obiettivo del gruppo sta riguardando le infrastrutture ferroviarie abruzzesi ed il loro rinnovamento, in un momento imperdibile che potrebbe davvero consentire un risorgimento epocale, soprattutto per i territori interni, sempre più spopolati e, di conseguenza, privati dalla legge dei numeri dei principali servizi essenziali, come ospedali, tribunali e, naturalmente, trasporti.Scriviamo alla nostra Città perché dopo oltre un anno di lavoro con l’unico scopo di migliorare il nostro territorio e per evolvere noi stessi, abbiamo chiari gli ostacoli che abbiamo dovuto superare e quelli che ancora incontreremo. IL MO.VE.TE., PUR PARTENDO DA QUALCOSA E DA QUALCUNO (È INEVITABILE) HA VOLUTO AGIRE DA SUBITO SENZA CONNOTAZIONI POLITICHE SPECIFICHE, APRENDO A TUTTI I CITTADINI E A TUTTA LA POLITICA NAZIONALE E LOCALE senza esclusione alcuna.
Il segnale è stato ovviamente dare vita al Comitato con l’organizzazione di un gran numero di convegni pubblici che, via via, hanno raccontato i passi compiuti e gli stati di fatto degli obiettivi raggiunti e la cronologia di quelli ancora da venire. Lavorando essenzialmente seguendo degli iter razionali necessari all’impresa, ideando inizialmente uno “Studio di Prefattibilità” (realizzato gratuitamente grazie a Maurizio Germani dello studio tecnico SenAlfa di Avezzano) e avendo come riferimento parametri precisi derivanti dalle esigenze europee in linea con una visione globale della questione ferroviaria, mai relegata ad una singola porzione di territorio o ad un singolo interesse. Ed infine proponendo un dettagliato “Progetto di Prefattibilità” che sarà presentato nei termini stabiliti dal ministero entro il 30 giugno. Questo dopo un confronto utile e virtuoso, prima con la ministra De Micheli ad Avezzano (grazie all’incontro organizzato dal senatore M5S Primo Di Nicola e da Michele Fina, segretario regionale del P.D.) e poi con Rfi e l’AD Maurizio Gentile (grazie all’impegno del Meet Up e al lavoro, costante, della senatrice sulmonese del M5S Gabriella Di Girolamo), che hanno apprezzato un lavoro condiviso anche dalla loro visione dei trasporti su rotaia in Abruzzo.
Senza l’aiuto di tutti non si potrà mai compiere una grande impresa come quella che attende l’Abruzzo e il suo futuro, soprattutto se, per motivi di campanilismo o di opportunità politiche si pensa solo al proprio orticello, infischiandosene di tutto il resto. E i cittadini devono essere attenti e saper distinguere i millantatori (anche all’interno di gruppi virtuosi) da chi, realizzando con i fatti, raggiunge degli obiettivi specifici. E per fare infrastrutture occorrono idee, progetti, soluzioni, elementi che devono essere chiari, nero su bianco. Idee che sono state presentate alla ministra De Micheli del MIT, a Maurizio Gentile AD di Rfi e ha certamente chiare il Presidente Giuseppe Conte, consapevole anch’egli, come noto, dell’importanza di un collegamento necessario e non più rimandabile.
Tutto il resto sono fandonie. Lo diciamo ai cittadini intelligenti, capaci di andare oltre le parole vuote e i selfie da copertina di libri vuoti. Non servono più gli incontri fantasma, tardivi e nei quali non si dice nulla, non si hanno idee né capacità di fare alcunché, non servono comunicati stampa zeppi di “io-io-io-io” ma ingiustificatamente in ritardo. Stiamo parlando di persone che si sono ben guardate dal partecipare ai convegni organizzati, dal dare un benché minimo contributo ideativo, o che addirittura hanno snobbato platealmente il nostro lavoro, salvo saltare sulla diligenza non appena hanno capito che la nuova linea si farà... Bisogna trovare la strada e le persone adatte ad uscire non solo dal medioevo ferroviario abruzzese, ma anche da quello sociale, che è perfino più grave. E le persone adatte si riconoscono dalle cose che hanno fatto, non dal nome con cui vengono chiamate o si auto-chiamano".  



Meet-Up Amici di Beppe Grillo - Sulmona


Nessun commento:

Posta un commento

VIDEO IN PRIMO PIANO :