ULTIM'ORA NAZIONALI

ULTIME NOTIZIE - Onu: 'Inaccettabile' l'attacco al megastore di Kharkiv. I morti sono almeno 11 - Meloni lancia 'teleMeloni', nuovo duello con Schlein - Trovato morto in auto il marito dell'eurodeputata Donato. Lei: "Hanno ucciso Angelo"- Muore investito da mezzo pesante all'Air show L'Aquila -

news

ULTIM'ORA DALLA REGIONE

ULTIM'ORA Air Show annullato dopo la tragedia all'Aeroporto dei Parchi - Cartoons on the Bay, a Pescara 300 opere da 50 Paesi - "Marathon degli Stazzi", torna la gara di bike tra i rifugi-

Sport News

# SPORT # Skyrace del Mammut, vincono Forconi e Pallini nella 21km - Sulmona Futsal batte Cures 6 - 2 nell'andata della seminfinale - Il Napoli in ritiro a Castel di Sangro dal 25 luglio-

IN PRIMO PIANO

SULMONA: "I CITTADINI SEQUESTRANO IL CANTIERE "ABUSIVO" DELLA SNAM"

SULMONA VIDEO - " Dopo 15 mesi di inerzia delle autorità preposte sono i cittadini a far rispettare la legalità. Le denunce e le mani...

TOP NEWS

TOP NEWS REGIONE ABRUZZO

FACEBOOK LIVE CENTROABRUZZONEWS

sabato 4 maggio 2024

DI MARCO E PAOLUCCI SU FERROVIA: “DALLA PARTE DEI TERRITORI, AGGIUSTAMENTI POSSIBILI E SOSTENIBILI, LA REGIONE DEVE FARE DA GARANTE”


PESCARA - “Le alternative proposte da comitati e Comuni sul progetto dei vari lotti del raddoppio ferroviario Roma Pescara, sono possibili, ma la Regione non le conosce a fondo e, per questo, non le rappresenta. Vogliamo portare avanti un’ampia fase di conoscenza e confronto affinché le varianti possibili possano alleggerire l’impatto dell’opera su alcuni tratti della linea e così ridurre anche disagi e contestazioni”, questo l’intento del capogruppo PD in consiglio regionale Silvio Paolucci e del consigliere Antonio Di Marco, rimarcato oggi a un incontro che si è tenuto a San Giovanni Teatino, uno dei Comuni più toccati dai lavori, su invito del Circolo PD locale. “Nell'ascolto delle problematiche territoriali legate al potenziamento ferroviario nella nostra regione è evidente a questo punto che il vulnus è nella non conoscenza chiara che le strutture amministrative hanno concretamente della situazione - così il consigliere Di Marco, vicepresidente della II Commissione infrastrutture - . Occorre un dibattito che proponga una sintesi delle soluzioni possibili e si deve procedere al più presto attraverso un'analisi esclusivamente tecnica, di cui la Regione deve occuparsi, senza eludere il problema o rimettersi a valutazioni altrui. Questo chiederò come vicepresidente della Commissione: che si intraprenda un esame pratico e realistico della progettazione, per giungere a conclusioni per e nel territorio”.“Importante alimentare un confronto che è mancato nella prima fase di presentazione del progetto- così il capogruppo Pd Silvio - il Pd promuoverà in tutti i modi questa inevitabile azione di conoscenza delle alternative, perché le istanze dei territori non vengano considerati ostacoli all’opera: eliminando le maggiori criticità attraverso i cambiamenti proposti, nessuno si opporrà al progetto. Un intervento così importante non può essere calato dall’alto”.


Il Consigliere Regionale
Antonio Di Marco


Nessun commento: