ULTIM'ORA NAZIONALI

ULTIME NOTIZIE - Il Papa: "Non volevo offendere, nella Chiesa c'è spazio per tutti"- Putin, "gli istruttori occidentali sono già in Ucraina"- La premier saluta De Luca: "Sono "quella stronza" della Meloni, come sta?"- Putin avverte la Nato: "Serie conseguenze se saranno usati missili contro di noi"- Mattarella: "Oggi la Repubblica è piazza della Loggia. I collusi con i terroristi hanno tradito l'Italia"-

news

ULTIM'ORA DALLA REGIONE

ULTIM'ORA Danni da peronospora, i sindaci chiedono tempi certi per gli aiuti - Ladri all'Agenzia delle Entrate a Pescara, rubati oggetti dei dipendenti- Granelli, 125mila Pmi pioniere dell'IA, ma manca personale-

Sport News

# SPORT # Il Sulmona futsal è in finale: a Faenza per la A2- Skyrace del Mammut, vincono Forconi e Pallini nella 21km -Il Napoli in ritiro a Castel di Sangro dal 25 luglio-

IN PRIMO PIANO

SI SONO APPENA CONCLUSI I CAMPIONATI ITALIANI SU STRADA DELLE CATEGORIE ALLIEVI JUNIORES E SENIORES E MARATONA A SAN BENEDETTO DEL TRONTO

SAN BENEDETTO DEL TRONTO - "Grande successo della Rolling che ha conquistato il titolo Italiano di società su 104 società italiane part...

TOP NEWS

TOP NEWS REGIONE ABRUZZO

FACEBOOK LIVE CENTROABRUZZONEWS

giovedì 9 maggio 2024

ALBERTO BAGNAI (COMMISSIONE ENTI GESTORI) A PRESENTAZIONE INPS: “LA RIDUZIONE DELL’INCIDENZA DELLA CONTRIBUZIONE PREVIDENZIALE E’ CONSEGUENZA DI DELIBERATE POLITICHE DI AUSTERITA’”

ROMA - “La riduzione dell'incidenza della contribuzione previdenziale è stata una conseguenza della riduzione dell'occupazione e della deliberata riduzione dei salari, come ha dichiarato lo stesso Draghi nel suo discorso a La Hulpe, il 16 aprile scorso”. Lo ha affermato il presidente della Commissione di controllo sull’attività degli Enti Gestori di forme obbligatorie di previdenza e assistenza sociale, Alberto Bagnai, in occasione della presentazione della Relazione di Verifica sull'attività dell'Istituto nel 2023 del Consiglio di Indirizzo e Vigilanza dell'INPS, che si è tenuta oggi a Roma a Palazzo Wedekind.“Se in seguito alla crisi del 2009”, ha proseguito il Presidente Alberto Bagnai, “non avessimo risposto con politiche contrarie alla crescita, il rapporto fra spesa pensionistica e Pil, dopo il balzo verso l'alto determinato dalla recessione, sarebbe tornato gradualmente verso il valore storico, prossimo al 14%. L'arresto deliberato della crescita ha invece determinato un innalzamento persistente su valori oltre il 16%”.
“La risposta europea, a fronte di una crisi esterna, di tagliare i "costi" salariali, che visti dal lato del lavoratore sono un reddito, e visti dal lato dell'INPS sono un contributo - considerando che il gettito contributivo dipende dalla massa salariale - ha determinato la svalutazione del lavoro”, ha concluso Bagnai, “Pertanto, se le minacce alla sostenibilità del primo pilastro vengono dalla mancata crescita, a sua volta causata da tagli degli investimenti eseguiti in ossequio a regole di bilancio, bisogna ripartire dalle regole di bilancio, evitando che esse richiedano il taglio degli investimenti in condizioni di crisi”.

Nessun commento: