---ULTIM'ORA NAZIONALI

ULTIME NOTIZIE - Covid, per il 118 aumentano i casi di polmonite virale- Il ceceno Kadyrov: 'Lysychansk è caduta'. Su Sumy lanciati 270 missili in 24 ore- Mosca chiude Nord Stream. Ue prepara il piano per il gas- 'Ndrangheta: due arresti a Torino per faida del 2004- Il Nord traina la crescita, più occupati a Sud. L'inflazione schizza all'8%, record da 36 anni-

news

TOP NEWS

TOP NEWS

CENTROABRUZZONEWS CANALE VIDEO IN DIRETTA STREAMING SUL WEB E SU SMART TV

Canale VIDEO - SULMONA: Presentato il Palio della Giostra Cavalleresca 2022

mercoledì 1 giugno 2022

SULMONA: ISCRIZIONI ASILO NIDO “ISOLA FELICE E SERVIZIO DI MICRONIDO”

SULMONA - "Da oggi sono aperte le iscrizioni all’Asilo nido “Isola Felice e al servizio di Micro Nido” per l’anno educativo 2022/2023 per gli inserimenti a partire dal 1 settembre 2022. La scadenza è fissata al 30 giugno 2022.Posso presentare domanda anche i non residenti nel comune di Sulmona per i bambini che al primo settembre abbiano compiuto i 3 mesi di età per l’asilo Isola Felice e i 18 mesi per il Micro nido.Tutte le domande pervenute dopo la scadenza del Bando, ma comunque entro il 31 Dicembre 2022 saranno prese in considerazione, nel caso ci siano ancora posti disponibili al termine delle graduatorie generate dalle domande presentate entro il termine del 31 giugno 2022.Il bando e gli allegati per la presentazione delle domande sono disponibili sulla sito istituzionale del Comune https://www.comune.sulmona.aq.it/ o sulla pagina FB “Città di Sulmona”.“Si darà priorità alle famiglie più disagiate, a bambini in situazione di disabilità grave certificata, o che abbiano un genitore diversamente abile o invalido al 100%, oltre ad essere costituita riserva di posti per i bambini segnalati dal servizio sociale del Comune di Sulmona, in quanto inseriti in nuclei familiari già in carico al servizio medesimo. Per quanto riguarda il pagamento della retta, il Comune si farà carico del pagamento per tutti i bambini con disagio psicofisico e sensoriale mentre è prevista una compartecipazione delle famiglie al pagamento in percentuali che vanno dal 20% all’80 % in base all’attestazione ISEE presentata.Si cerca in questo modo di essere quanto più vicini alle famiglie in difficoltà e garantire il servizio in egual misura al maggior numero di utenti”.

L’Assessore alle Politiche Sociali 

Attilio D’Andrea


Da Palazzo San Francesco, 1° giugno 2022 


Nessun commento: