---ULTIM'ORA NAZIONALI

ULTIME NOTIZIE - Colloquio tra i capi degli eserciti Usa-Russia. Kiev, chiesto l'ergastolo per il soldato russo- La madre: 'Chiedo scusa'. Stabili le due bimbe ferite- La Russia pronta a riprendere i colloqui. Il vice capo di Azov Palamar si è arreso- Ucraina, bombe sul Donbass morti 10 civili, anche 2 bimbi- Auto nel giardino di un asilo all'Aquila. Un bimbo è morto, 5 feriti -

news

TOP NEWS

TOP NEWS

CENTROABRUZZONEWS CANALE VIDEO IN DIRETTA STREAMING SUL WEB E SU SMART TV

Canale Diretta Streaming - SULMONA: ZINGARETTI "IL TEMPO DELLA BUONA POLITICA"

VIDEO IN PRIMO PIANO - SULMONA FUTSAL IN SERIE B

giovedì 24 marzo 2022

UNA FAMIGLIA DI RIFUGIATE UCRAINE ARRIVATA A CAMPO DI GIOVE ACCOLTA NEL PROGETTO SAI “MAIELLA ACCOGLIE”

CAMPO DI GIOVE  -"Il nucleo familiare, composto da due donne e due minori, è giunto a Campo di Giove nella giornata di ieri ed è stato preso in carico dall’équipe multidisciplinare della Cooperativa Horizon Service; il nucleo sarà accolto anche da rappresentanti dell’Amministrazione Comunale.Una famiglia ucraina in fuga in questi giorni dalla guerra è pronta per essere accolta nel Progetto SAI “Maiella Accoglie” promosso dai Comuni di Campo di Giove e Cansano e gestito dalla Horizon Service Società Cooperativa Sociale di Sulmona.Il nucleo familiare composto da due donne e due minori viene inserito nel Progetto SAI “Maiella Accoglie” grazie a un proficuo lavoro di sinergia tra l’Amministrazione Comunale di Campo di Giove, la Cooperativa Horizon Service e il Servizio Centrale del Ministero degli Interni.Dopo un lungo viaggio in fuga dai bombardamenti e la convivenza forzata con altri profughi in un hub in Polonia, la famiglia accolta risiederà a Campo di Giove per i prossimi mesi con l’obiettivo di essere inserita e integrata nel tessuto sociale del territorio peligno. Con la famiglia ucraina in arrivo – che si aggiunge ai nuclei familiari di migranti di altre nazionalità già ospitati a Campo di Giove e Cansano – il Progetto SAI “Maiella Accoglie” diventa un importante esperimento di inclusione multietnica del nostro territorio.

La famiglia è stata accolta dall’équipe multidisciplinare della Horizon Service che già si occupa dell’accoglienza degli altri nuclei familiari dal 2017, con il supporto delle volontarie e dei volontari del servizio civile; il nucleo, inoltre, sarà ricevuto presto anche dai Sindaci dei Comuni di Campo di Giove e Cansano, Giovanni Di Mascio e Luca Malvestuto.

Ospitare una famiglia di profughi ucraini in questo periodo in cui la guerra è tornata ai confini della nostra Europa è un segnale molto significativo per le nostre comunità e tutto il territorio della Valle Peligna: l’integrazione, l’accoglienza e l’impegno per quanti hanno dovuto lasciare la propria terra a causa di conflitti è un atto concreto di pace e di costruzione di speranza e di futuro.

Il Progetto SAI “Maiella Accoglie” rappresenta una interessante sfida per il nostro territorio, da molteplici punti di vista: è un esperimento di welfare integrato in una area interna periferica e montana quale è la nostra e negli anni si sta affermando una eccellenza del territorio nell’ambito dell’accoglienza e un esempio virtuoso di cooperazione e partnership tra pubblico e privato sociale".





Nessun commento: