---ULTIM'ORA NAZIONALI

ULTIME NOTIZIE - 'A Mariupol 200 cadaveri in un rifugio'. Medvedev boccia il piano di pace dell'Italia- Il primo treno con un carico di grano ucraino è in Lituania- Kiev: 'Bombardamenti a Severodonetsk'. 'Russi preparano offensiva su Zaporizhzhia'- Biden: 'Ambiguità strategica Usa su Taiwan non è cambiata'- Falcone, Ranucci: perquisizioni della Dia a Report e a Mondani-

news

TOP NEWS

TOP NEWS

PRIMO PIANO

NON SI FERMANO ALL’ALT E FUGGONO: DUE GLI ARRESTATI

CENTROABRUZZONEWS CANALE VIDEO IN DIRETTA STREAMING SUL WEB E SU SMART TV

Canale Diretta Streaming - CORFINIO: IL PREMIO NAZIONALE PRATOLA SI CONFERMA EVENTO INTERNAZIONALE SOLIDARIETÀ, DIRITTI UMANI E IMPEGNO CIVILE

mercoledì 23 marzo 2022

#POESIAOVUNQUE. CESIRA DONATELLI, AUTRICE MASCIULLI EDIZIONI, SDOGANA LA POESIA IN OGNI DOVE

Nettare di Luce, questo il titolo della pima raccolta di poesie di Cesira Donatelli, l’opera è stata battezzata, solo, lo scorso maggio, dalla  Masciulli Edizioni, casa editrice abruzzese positiva. Tanta la strada fatta fino ad oggi, la poesia della Donatelli ha, letteralmente, percorso i 240 chilometri del  Primo Cammino Letterario Italiano Masciulli Edizioni,  in 6 giorni. E’ arrivata nel Teatro di Pescina per la notte dei libri, ha avuto in dono la semina di una fillirea, dedicata alla sua poesia, all’interno del Parco Letterario il Sentiero dell’Anima in Puglia, tante le presentazioni sul territorio  e gli impegni futuri dell’autrice di Nettare di Luce, in svariati contesti letterari e umanistici. Significativa, sarà, la prossima sfida, all’interno del  Salone Internazionale del libro di Torino, dove insieme alla Masciulli Edizioni e ad altri autori si cimenterà in innovative e singolari proposte, volte ad interagire e coinvolgere, un pubblico più vasto e più esigente..  

Ma tutto questo non basta a Cesira Donatelli, lei vuole portare la sua poesia in ogni dove, da qui l’hastag #poesiaovunque. 

La poesia non è il recinto, ma è l’altrove, sempre nuovo, sempre differente e sempre soggettivo. I versi sono commensali con cui condividere le pietanze e i profumi del nutrimento che è la vita, ogni lirica è, quindi sia strumento che  mezzo. 

Correntemente la poetessa abruzzese, paragona i suoi versi ad una  cartina geografica. Quello che scrive e narra nei suoi componimenti, altro non è che il denudare la geografia dell’animo proprio, con la voglia di coinvolgere l’altrui animo.

 Ognuno di noi, ricorda la scrittrice, “si compone, proprio come una cartina, di fiumi, laghi, monti, coste e mari che altro non sono che i luoghi e le relazioni in cui viviamo e che costruiamo durante la nostra esistenza”. 

Nelle  tasche abbiamo l’odore del nostro paese, la voce dei nostri animali da cortile, il vento delle nostre cime e delle nostre coste.  

Come le stagioni accompagnano  e coronano la vita e le emozioni di ognuno di noi, così la poesia , ha lo straordinario potere, di raccontare la geografia personale di chi la compone, nello stesso tempo amplia, integra e interagisce con la geografia di chi la legge, la interpreta e la diffonde. Una vera e propria alleanza di anime che seppur distanti e differenti trovano un punto di connessione e di dialogo, è come nutrire una vite in attesa di degustarne il mosto in compagnia di amici e parenti.

Diffondere la poesia, è come lo spalmare di   miele l’essenziale  pane, all’alba di ogni nuovo giorno.

 Nei suoi versi Cesira Donatelli, si genuflette alla propria terra di origine e di crescita, ai propri affetti e alle personali passioni, sempre più assetate, di un’esistenza libera da schemi e da convenzioni.   

Da qui l’hastag #poesiaovunque, che si concretizza in una immagine e con una immagine provocatoria e simbolica, che mostra la scrittrice, nel mentre sottopone all’attenzione di un simpatico e collaborativo, asinello, la sua raccolta di poesie Nettare di Luce.

 Il titolo della fatica letteraria della Donatelli, racchiude l’esigenza di essere, prelibatezza, concentrato, essenza, realtà, base e principio che per mezzo e nel  mezzo della luce, compone il  giorno e quindi il tutto".

Cesira Donatelli

 


Nessun commento: