---ULTIM'ORA NAZIONALI

ULTIME NOTIZIE - Kiev, distrutto oltre il 30% dei tank russi. Kadyrov, Severodonetsk in nostro controllo- Nepal, persi i contatti con aereo A bordo si trovano 22 persone- Putin a Macron e Scholz: 'Pronti al dialogo' Mosca: 'Nuovo test sul missile ipersonico'- Mosca: 'Nuovo test del missile ipersonico. Kherson ha chiuso gli accessi in Ucraina'- Trump: 'Ci riprenderemo la Casa Bianca'-

news

TOP NEWS

TOP NEWS

CENTROABRUZZONEWS CANALE VIDEO IN DIRETTA STREAMING SUL WEB E SU SMART TV

Canale Diretta Streaming - CENTROABRUZZONEWS

venerdì 18 marzo 2022

IL PRESIDENTE VICARIO DELL' INTERNATIONAL POLICE ASSOCIATION, L'ABRUZZESE ALFREDO IASUOZZI, A CAPO DELLA TASK FORCE PER SALVARE DUE BIMBE DALLA GUERRA IN UCRAINA

ROMA - "Non sapeva come fare Valentina, una nonna disperata che aveva un solo pensiero fino a qualche giorno fa: portare in Italia dall'Ucraina le sue due nipotine. Le due inermi bambine vivevano fino all'altro giorno, infatti, nella terra macchiata dal sangue del conflitto in atto. Lo facevano in una condizione, esposte così com'erano alle bombe della maledetta guerra in corso, di estremo pericolo.Valentina, seppur immersa in una profonda preoccupazione, non si è persa mai d'animo.Il suo pensiero è andato subito ad Alfredo Iasuozzi, il presidente nazionale vicario dell'IPA. Persona con la quale ha da sempre collaborato nel percorso associativo e della quale ne ha sempre riconosciuto il profondo senso dell'umanità e l' indole di persona buona  sempre pronta ad aiutare le persone in difficoltà ( d'altronde l'IPA della quale da decenni ne rappresenta il vessillo si occupa tra le altre cose soprattutto di questo).

Alfredo sa subito cosa fare.Chiama il presidente nazionale Nicolangelo Pezone dal quale ottiene con celerità i contatti dell'ambasciatore italiano in Polonia e del presidente del Comitato degli italiani all'estero per la Polonia circoscrizione Consolare di Varsavia dr.ssa Silvia Rosato.È con loro che Iasuozzi riesce a  smuovere  le acque.La Rosato si mette prontamente in contatto con nonna Valentina facendole ottenere subito i documenti necessari per il disbrigo delle pratiche.


Alfredo Iasuozzi

Vitto, alloggio, biglietti aerei ed assistenza del tutto gratuiti sono le prime cose che le  vengono assicurate.La nonna eroina prende subito il volo per la Polonia.Abbracciati i suoi due angioletti in un pianto liberatorio Valentina ha fatto ritorno in Italia con un volo diretto a Roma.All'aereoporto di Ciampino le tre  hanno  fatto scalo alle ore 22.00 del 16 di Marzo.Ad accoglierle c'era la Croce Rossa la quale, dopo averle accuratamente accolte e rifocillate, le ha portate a Giulianova ove ad aspettarle c'era proprio il presidente nazionale vicario dell'IPA insieme al gruppo dell'IPA cittadino.Iasuozzi, però, non si è limitato ad assistere solo Valentina e le due nipotine.Saputo della presenza di un'altra madre e una figlia ucraine sullo stesso aereo impegnato nella missione umanitaria, si è subito prodigato per far si che, attraverso il segretario della  delegazione IPA laziale Marco Borriello, si potesse offrire anche a loro due la giusta assistenza.Borriello le ha accolte con affetto ed amore  e, l'indomani, le ha accompagnate alla stazione Termini dalla quale sono poi partite con destinazione Napoli.Grazie ad Alfredo Iasuozzi e all'Associazione della quale ne rappresenta al meglio il nome si è potuto scrivere una pagina bella di quella che in assoluto rappresenta la cosa più brutta: la guerra.


THE VICAR PRESIDENT OF IPA ITALIA ALFREDO IASUOZZI LEADS A TASK FORCE TO SAVE TWO UKRAINIAN CHILDREN

She did not know how to do Valentina, a desperate grandmother who had only one thought until a few days ago: to bring her two granddaughters to Italy from her. The two helpless un girls lived until the other day, in fact, in the land stained by the blood of the ongoing conflict. They make it up in a condition, exposed as they were to the bombs of the cursed war in progress, of extreme danger. Valentina, although immersed in a profound will, never lost heart. His thoughts immediately went to Alfredo Iasuozzi, the deputy national president of the IPA. Person with whom he has always collaborated in the associative path and of which he has always recognized the profound sense of humanity and the nature of a good person always ready to help people in difficulty (on the other hand the IPA of which for decades has represents the banner, among other things, deals above all with this). Alfredo immediately knows what to do. Nicolangelo Pezone calls national president from whom the contacts of the Italian ambassador in Poland and of the president of the Committee of Italians Abroad for Poland Dr. Silvia Rosato consular district of Warsaw are quickly captured. It is with them that Iasuozzi manages to stir things up. Rosato gets in touch with her grandmother Valentina promptly, making her immediately obtain the necessary documents for handling the paperwork. Food, accommodation, air tickets and assistance are completely free of charge are the first things that are guaranteed to you. The heroine grandmother immediately takes off for Poland. Hugged her two little angels in a liberating cry Valentina made in Italy with a direct flight to Rome. At the Ciampino airport the three stopped at 22.00 on March 16. To welcome them there was the Red Cross which, after having carefully welcomed and refreshed them, took them to Giulianova where the vicar national president of the IPA was waiting for them together with the citizen IPA group. Iasuozzi, however, did not limit himself to assisting only Valentina and her two granddaughters. Upon hearing of the presence of another Ukrainian mother and daughter on the same plane engaged in the humanitarian mission, he immediately did his utmost to ensure that, through the secretary of the Lazio IPA delegation, Marco Borriello, the right assistance can also be offered to them. Borriello welcomed them with affection and, the next day, accompanied them to Termini station from which they then left for Naples. Thanks to Alfredo Iasuozzi and to the Association, whose name it best represents, it has been possible to write a beautiful page of what is by far the worst thing: war.


Nessun commento: