---ULTIM'ORA NAZIONALI

ULTIME NOTIZIE - Ruby Ter. Pm: 'Sei anni a Berlusconi'. Chiesti 5 anni per Karima- Strage a scuola: 21 morti. Biden: 'Agire contro le armi'- Vaiolo delle scimmie, benefici da antivirale per vaiolo umano- 'A Mariupol 200 cadaveri in un rifugio'. Medvedev boccia il piano di pace dell'Italia- Il primo treno con un carico di grano ucraino è in Lituania-

news

TOP NEWS

TOP NEWS

CENTROABRUZZONEWS CANALE VIDEO IN DIRETTA STREAMING SUL WEB E SU SMART TV

Canale Diretta Streaming - CORFINIO: IL PREMIO NAZIONALE PRATOLA SI CONFERMA EVENTO INTERNAZIONALE SOLIDARIETÀ, DIRITTI UMANI E IMPEGNO CIVILE

domenica 16 gennaio 2022

STORIA DI UNA PANCHINA "SEDOTTA ED ABBANDONATA"

SULMONA - "Se potesse parlare la panchina insita nella villa comunale di Sulmona e che per molti anni ha mostrato sfoggio di sé offrendo riposo ai genitori dei bimbi catturati dalle gioie del parco giochi ; agli anziani che a turno rimembravano le loro gesta della vita e  alle giovani coppie che, mano nella mano, si sono scambiati i primi baci e finanche le promesse di matrimonio,  sarebbe interessante ascoltare cosa avrebbe da dire nei confronti di noi umani. Noi che l'abbiamo prima creata, poi attraverso vandali distrutta e, successivamente, cercata di "rianimarla" alla meno peggio ergendola però a simbolo dell'incuria istituzionale.Di certo non sarebbero belle le parole che la stessa proferirebbe nei confronti di chi prima l'ha resa oggetto di puro romanticismo salvo  poi, attraverso un discutibile modo di rappresentarsi in società,  abbandonata come se fosse l'arredo urbano più insignificante che esista.
Eppure è stata lei che ha permesso di scrivere agli adolescenti pagine di diario  e fatto cristallizzare storie d'amore in grado di riempire pagine dei nostri romanzi di vita.
Si rincorrono amministrazioni ma lo spettacolo "gotico" che si presenta agli occhi di chi quella panchina l'ha "vissuta" e a quelli dei turisti che vorrebbero vivere in maniera esclusiva il bello di Sulmona ma che per mero abbandono amministrativo  non possono, è davvero indecente.
Alcuni hanno definito civile un popolo che tiene ai propri cimiteri; oppure a chi gestisce bene lo stato delle carceri.
Personalmente, seppur con molta umiltà,  un popolo civile lo identificherei in colui il quale tiene veramente alla salvaguardia dei monumenti, delle proprie ville comunali e, non ultimo, ovviamente, agli arredi che li ornano.
Mediti L'Amministrazione comunale, mediti!..."
Le storie del cuore non meritano questo.


Nessun commento: