---ULTIM'ORA NAZIONALI

ULTIME NOTIZIE - Banda del buco a Roma. Frana tunnel, ladro incastrato- Blitz dei Nas nei parchi acquatici, il 28% è irregolare- Renzi-Calenda, accordo fatto tra Iv e Azione. Raggi: 'Il mio no è per le future alleanze'- Vaiolo scimmie: Oms, 6.217 casi nell'ultima settimana, +19%-

news

TOP NEWS

TOP NEWS

IN PRIMO PIANO

"RIENTRO ITC E ITG A SULMONA"

CENTROABRUZZONEWS CANALE VIDEO IN DIRETTA STREAMING SUL WEB E SU SMART TV

Canale VIDEO - SULMONA : Giostra Cavalleresca - 1^ Giornata

lunedì 3 gennaio 2022

"IL BIVIO DI INTRODACQUA E LA ROTATORIA"

INTRODACQUA - "E’ esattamente un anno che tornando da Sulmona verso Introdacqua,  all’altezza di quello che ai più è noto come il bivio di Introdacqua, (l’intersezione della strada da Sulmona con quella che da una parte va verso Bugnara-Anversa-Scanno e dall’altra verso Mastroiacovo - Pettorano ), mi è capitato di assistere ad “un quasi incidente” tra una macchina  proveniente da Sulmona verso  Introdacqua ed un’altra  proveniente da direzione Scanno.Quella esperienza  ha rafforzato la mia convinzione, credo condivisa da tanti,  che si tratta di un incrocio pericoloso. Così, il 9 gennaio del 2021 scrissi all’URP della Provincia,  richiamando l’art. 8 dello Statuto dell’ente che prevede forme di partecipazione dei cittadini, per chiedere  se  ritenesse utile la realizzazione di una rotatoria.In assenza di risposta formale, telefonando, ho conosciuto il nominativo del responsabile del procedimento, che da me contattato più volte, mi ha fornito promesse di futuri approfondimenti. A distanza di ben dieci mesi dalla mia richiesta senza aver ricevuto alcuna risposta, mi sono rivolto al Difensore Civico Regionale che nel  giro di qualche giorno ha chiesto alla  Provincia di dare riscontro alla mia istanza. Il  23 dicembre ho ricevuto la telefonata di un ingegnere della Provincia che mi ha anticipato che i primi mesi del 2022 avrò finalmente una risposta, aggiungendo, che a suo avviso, vi erano buone  possibilità che si potesse realizzare la  rotatoria".

Franco Susi

Nessun commento: