---ULTIM'ORA NAZIONALI

ULTIME NOTIZIE - 'Volontà degli elettori chiara Spd, Verdi e Fdp al governo'- Forte terremoto a Creta, scossa di magnitudo 6.1- Testa a testa Scholz-Laschet. Spd rivendica la cancelleria- Scholz-Laschet, sfida all'ultimo voto per il dopo Merkel- Laura Ziliani, l'ipotesi del soffocamento nel sonno- Cts: terza dose per over 80, Rsa e sanitari a rischio-

news

PRIMO PIANO

"ADESSO BISOGNA CONVINCERSI CHE LO SPORT E’ UN ATTENDIBILE VEICOLO TURISTICO"

SULMONA - " Il weekend dell’atletica si è concluso con la grande soddisfazione degli organizzatori per aver regalato alla città di Sulm...

VIDEO IN PRIMO PIANO - CENTROABRUZZONEWS

CANALE DIRETTA STREAMING - CORDESCA 2021 FINALE

sabato 24 luglio 2021

ONORI A SARAH BRUNETTI, "IL DIRIGENTE PENITENZIARIO CHE STA SCRIVENDO UNA STORIA BELLA DEL PENITENZIARIO E DELLA CITTÀ DI SULMONA"

SULMONA - "Negli ultimi tempi è apparsa agli onori della cronaca per il salvataggio di un detenuto collaboratore di giustizia avvenuto in maniera rocambolesca sui tetti del carcere di Sulmona.È la storia questa di Sarah Brunetti. Un grande personaggio che sta scrivendo una pagina bella nella storia del penitenziario di Piazzale vittime del dovere.Tuttavia va detto che  l'impavido dirigente penitenziario e comandante di Reparto al carcere di Sulmona ci ha abituati con il suo coraggio e la sua vocazione professionale a vedere il carcere sotto un'altra ottica.
Quella di chi sa di avere a che fare con uno dei penitenziari più importanti d'Italia ma di non averne assolutamente  subito il peso di un passato che gli ha fatto "guadagnare" niente po po di meno che l'aggettivo "maledetto".Sempre presente nei momenti di grande difficoltà, le donne e gli uomini al suo comando la ricordano in maniera particolare quando,  scafandrata di sana pianta, si è praticamente immersa nei pericolosi meandri del morbo del millennio gestendo, soccorrendo ed aiutando i circa 100 detenuti affetti da Covid-19 adoperandosi anima e corpo.Lo ha fatto nella consapevolezza di essere mamma di 4 splendidi figli.
Una mamma coraggio insomma alle quali le donne le devono tanto soprattutto quando a rappresentarne il valore è la qualità del suo fatturato umano  inteso quale rendimento in termini professionali.
Il città di Sulmona, evidentemente, se ne è di molto avvantaggiata della sua presenza.
Male non sarebbe quindi se il Dipartimento dell'amministrazione penitenziaria gliene desse atto o, più semplicemente, se l'Amministrazione comunale di Sulmona gli riconoscesse il merito di aver reso, insieme ai suoi baschi blu e al direttore pro tempore, un modello da seguire quella che in realtà poteva rappresentare un'autentica polveriera per l'intero territorio".


Nessun commento:

Posta un commento

VIDEO IN PRIMO PIANO :