--ULTIM'ORA NAZIONALI

ULTIME NOTIZIE - Figliuolo alle Regioni: Lunedì vaccini per over 40- Draghi, sulle riaperture serve un approccio graduale- Il Recovery spinge Pil Italia, in rialzo a 4,2% nel 2021- Pressing su riaperture e coprifuoco: Lunedì c'è la cabina di regia. Oggi Governo-Regioni- Stime economiche Ue, effetto Recovery fa volare il Pil- Israele chiama i riservisti 'Gli attacchi continueranno'-

news

VIDEO IN PRIMO PIANO - CENTROABRUZZONEWS

lunedì 26 aprile 2021

AVEZZANO: "QUESTIONE DI CIVILTA’ E RISPETTO PER L’AMBIENTE"

AVEZZANO - "Nei tre cestini gettacarta davanti la sede del GAL Marsica da diverso tempo un paio di signori (anche di una certa età) ogni sera passavano e riempivano i cestini di rifiuti delle proprie abitazioni: tutto ciò solo per non separare in casa i rifiuti essendo evidentemente un fastidio fare la raccolta differenziata.E’ chiaro che si tratta di un comportamento incivile ed egoista che andrebbe sanzionato.Mio figlio Giuliano ha 12 anni e, quando ha visto i cestini pieni di immondizia casalinga,  si è "arrabbiato" molto per questi comportamenti!! Ho pensato che una risposta di speranza gliela dovevo dare ed allora ho pensato bene di scrivere un cartello per ogni cestino chiedendo ai signori (che ho visto di persona più volte ma proprio perché anziani mi sono trattenuto dal riprenderli) di non depositare più i rifiuti anche perché è attiva una telecamera privata (ben visibile).Bene. Da 20 giorni i cestini sono sempre puliti. ovvero vengono utilizzati solo per l’uso per il quale sono stati installati e non vi sono più buste di rifiuti ogni giorno che peraltro impedivano l’uso dei cestini stessi. Mio figlio Giuliano ora è contento e ha capito che forse c'è una speranza: in questi giorni la sua scuola, e lui ovviamente, fanno ricerche e relazioni sulla "giornata della Terra"!!!Ecco vi invio le foto ante e post cartello per farvi vedere la differenza.Scrivo queste righe solo per sensibilizzare le persone ad evitare di riempire i cestini pubblici di rifiuti delle proprie abitazioni, o peggio buttarli nei terreni o nei bordi delle vie di periferia, solo per evitare il “fastidio” di differenziare gli stessi.Se ciascuno di noi non fa la propria piccola parte, come pensiamo di lasciare ai nostri figli un mondo migliore?Mi fa piacere pensare che i signori in questione hanno capito e che magari hanno iniziato a differenziare ma mi assale comunque il dubbio che gettino i rifiuti da un’altra parte. Spero di no".
Augusto Cicchinelli

Nessun commento:

Posta un commento

VIDEO IN PRIMO PIANO :