--ULTIM'ORA NAZIONALI

ULTIME NOTIZIE - Mostra Internazionale del Cinema di Venezia. Leone d'oro a Benigni- 'Ho il cuore colmo di gioia' Indennizzi, tasse e affitti, 40 miliardi per i nuovi aiuti- Dalla Danimarca lo stop definitivo ad AstraZeneca- Erdogan: 'Draghi maleducato, ora danneggiate le relazioni'-

news

VIDEO IN PRIMO PIANO - CENTROABRUZZONEWS

lunedì 8 marzo 2021

"SOSPENSIONE RICOVERI DEI DETENUTI NELL' OSPEDALE CIVILE DI SULMONA"

SULMONA - "In conseguenza dell'avvenuto ricovero negli ultimi giorni di ben tre detenuti (tutti di elevato spessore criminale) presso l'U.O. Di Chirurgia dell'O.C. di Sulmona la UIL, della quale mi pregio rappresentarne la sigla in qualità di componente della Camera Sindacale Territoriale Adriatica-Gran Sasso, denuncia la mancata allocazione degli stessi presso il repartino blindato riservato alla degenza dei detenuti. Ricoverare in questa maniera detenuti del calibro sopra descritto non solo rende meno garantita la sicurezza attesa la mancanza di una struttura capace di renderla ermetica al mondo esterno ma potrebbe ingenerare ulteriore ansia tra i restanti pazienti visto che il piantonamento da parte degli uomini di Polizia Penitenziaria non può che avvenire in uniforme ed armati.Non si conoscono i motivi ufficiali ( che sarebbe utile apprendere) del perchè viene scelta la formula del ricovero in corsia.Resta il fatto che ben 3 ricoveri di esponenti di spicco della mala napoletana e pugliese sono stati attivati presso la stanza n. 11 dell' U.O. di Chirurgia in un vano posto in prossimità della scala di emergenza e addirittura di fronte ad un'altra sala ove addirittura vi erano alloggiate due donne.Premesso quanto sopra, in attesa di certificazioni di ordine amministrativo provenienti dall’area della Direzione Sanitaria del locale nosocomio e riguardanti la chiara disponibilità del locale presidio penitenziario ospedaliero ad ospitare detenuti in regime di ricovero;
SI CHIEDE
L’immediata sospensione di tutti i ricoveri di detenuti provenienti dalla Casa Reclusione di Sulmona ed il loro dirottamento presso ospedali civili dotati di idoneo reparto blindato".


Il componente della Segreteria Confederale UIL CST Adriatica Gran Sasso
Mauro Nardella

 

 
All’Assessore alla Sanità Regione Abruzzo
On.le Nicoletta Verì
Al Direttore Generale ASL1 L’Aquila-Avezzano-Sulmona
Dr. Roberto Testa
Al Direttore Sanitario O.C. Sulmona
Dr. Tonio Di Biase
Al Responsabile UOSD Medicina Penitenziaria
Dr. Fausto Frabotta
E, p.c. al Sig. Provveditore dell’Amministrazione Penitenziaria Lazio, Abruzzo e Molise
Dr. Carmelo Cantone
Al Sig. Direttore Casa Reclusione Sulmona
Dr. Sergio Romice
Al Garante regionale dei diritti delle persone detenute o private della libertà personale
Prof. Gianmarco Cifaldi
e, p.c. Al Segretario Generale UIL FPL Abruzzo
Dr. Giuseppe De Angelis

Nessun commento:

Posta un commento

VIDEO IN PRIMO PIANO :