--ULTIM'ORA NAZIONALI

ULTIME NOTIZIE - Si punta a 500mila vaccini al giorno nel mese di aprile- Finito a Roma il summit M5s Per Conte un ruolo ad hoc- Il vaccino Johnson&Johnson autorizzato negli Usa- Allarme contagi nelle scuole: Si valuta stop in zone rosse- Allerta per gli assembramenti: A Milano 'rave' sulla Darsena-

news

PRIMO PIANO

L' ULTIMO SALUTO PER GIORGIO FARINA

VIDEO IN PRIMO PIANO - CENTROABRUZZONEWS

mercoledì 16 dicembre 2020

RODOMONTI PRESIDENTE - PRESENTAZIONE SQUADRA E PROGRAMMA COMPLETO

L'AQUILA - "E’ con grande senso di responsabilità ed orgoglio che sono a presentarvi la squadra che mi affiancherà per la candidatura a Presidente del Comitato della FIGC Abruzzo.Un gruppo che esprime perfettamente i valori e le competenze necessari alla realizzazione del programma che vado contestualmente a condividere.Per affrontare una sfida complessa sono necessarie competenze diversificate, conoscenza del territorio e una grandissima passione.Tutti requisiti che sicuramente hanno questi candidati e queste candidate.Una squadra che coinvolge generazioni diverse - con agli estremi 3 quarantenni e un 77enne - di dirigenti, calciatori e professionisti che potrà assicurare un rinnovamento che mette insieme una solida conoscenza del presente con una forte capacità di progettazione e visione.

La volontà di dare un nuovo forte impulso a due settori dal grande potenziale come il calcio femminile ed il calcio a 5 credo sia esemplificata dalla scelta come candidate alla presidenza di due giovani e brillanti dirigenti come Laura Tinari e Morena Colaiocco".


Pasquale Rodomonti

LA NECESSITÀ DI UN RINNOVO PROFONDO,  
STRUTTURALE, ORGANIZZATIVO
E CULTURALE
Crediamo, che mai come in questo momento, serva un rinnovo strutturale e  
profondo di una governance che dopo oltre 20 anni di gestione ha perso qualsiasi  
forza propulsiva.Un rinnovamento culturale ed organizzativo che ponga al centro  
le società ed il rapporto con gli enti territoriali.
Il calcio ha una valenza sociale di grandissima importanza e il comitato LND Abruzzo  
deve tornare protagonista relazionandosi con il territorio, le istituzioni, il mondo della  
formazione rilanciando un movimento che negli ultimi anni ha visto un forte  
ridimensionamento.Il comitato della LND deve tornare a raccontare e a promuovere i  
valori del calcio dilettantistico nelle scuole e nei paesi della costa e dell’interno e deve  
dotarsi di una consulta regionale in cui i dirigenti delle società possano dare in modo  
sistematico il proprio contributo.
Deve aprirsi alle università ed ai centri di formazione, deve collaborare con le istituzioni  
e gli enti locali per accogliere quell’articolato sistema di competenze necessarie per  
gestire le tematiche complesse legate allo sport: dalla digitalizzazione alla promozione  
dei valori sportivi, dalla gestione dei social network ai temi legati alla fiscalità, al  
credito, agli impianti sportivi.
#Competenza #Partecipazione #Giovani #Rinnovamento #Digitale #Solidarietà #Rinascita #Supportoeconomico
INTERVENTI STRAORDINARI COVID
Assolutamente il primo punto del programma è un intervento straordinario a  
supporto delle società per rendere economicamente sostenibile la prossima stagione.
Il comitato dovrà avere un ruolo primario di coordinamento delle attività a supporto del  
sistema calcistico abruzzese attraverso il rapporto con la Regione Abruzzo, gli enti  
territoriali, la Lega Nazionale Dilettanti e la FiGC.
#Competenza #Partecipazione #Giovani #Rinnovamento #Digitale #Solidarietà #Rinascita #Supportoeconomico
LA CENTRALITÀ DELLE SOCIETÀ CALCISTICHE  
PER UNA RIPARTENZA DEL SISTEMA
VERSO UN MODELLO DI GESTIONE  
ORIZZONTALE E NON VERTICISTICO
Ascolto
Nella stesura di questo programma siamo partiti in primis dall’ascolto delle
componenti fondamentali del movimento calcistico abruzzese, di coloro che ogni  
giorno dedicano tempo e passione allo sport più bello del mondo: i dirigenti delle  
squadre di calcio dilettantistico. Professionisti che, sottraendo tempo e denaro alle  
proprie famiglie, operano dietro le quinte affinché migliaia di uomini e donne possano  
calcare ogni domenica i nostri campi di gioco.
Partecipazione attiva
Al centro del nostro progetto c’è la volontà di far partecipare in modo attivo e
concreto i dirigenti delle società ed i tecnici per la loro parte allo sviluppo ed al
rinnovamento del nostro comitato.
Un rinnovamento non ulteriormente procrastinabile che necessita del contributo
di ognuno per poter effettivamente tradursi in benefici per tutto il sistema.
#Competenza #Partecipazione #Giovani #Rinnovamento #Digitale #Solidarietà #Rinascita #Supportoeconomico

    Cooperazione e coinvolgimento dellabase
    Le parole chiavi sono cooperazione e sviluppo tra il centro e le periferie, tra i diversi  
    settori e tra le stesse squadre.
    Oggi i giovani dirigenti delle nostre società sono portatori di un sapere e di una cultura  
    digitale che possono essere incanalati e valorizzati al servizio dell’intero sistema. E’ il  
    momento di aprire il comitato regionale alla partecipazione diretta dei dirigenti delle  
    società, alle sollecitazioni e agli stimoli provenienti dalla base.
    Abbiamo grandi sfide davanti e non dobbiamo farci trovare impreparati.
    Il comitato come piattaforma di supporto integrato  
    alle società
    Il comitato deve continuare e rinnovare la sua opera di supporto alle società ed in
    particolare ad investire sui settori giovanili, supportando le periferie e favorendo le  
    iniziative che possano dare al calcio il ruolo prestigioso che merita nella nostra  
    splendida regione.
    Dobbiamo superare un modello verticistico che in una società caratterizzata da  
    continui cambiamenti è sempre meno capace di ascoltare le nostre società e di reagire  
    rapidamente alle problematiche emergenti.
    Le parole chiave del nostro progetto sono
    competenza, partecipazione, giovani, rinnovamento culturale e digitalizzazione.
    #Competenza #Partecipazione #Giovani #Rinnovamento #Digitale #Solidarietà #Rinascita #Supportoeconomico
    In questo documento evidenziamo le linee programmatiche ma un programma  
    compiuto e definitivo si potrà definire solo dopo una prima fase di avvio cui seguirà  
    una fase di attuazione del programma:
    Analizzato accuratamente lo stato attuale del comitato
    Aspetti economici (bilancio, spese, contratti, convenzioni, etc)
    Aspetti organizzativi e gestionali (risorse umane, modelli organizzativi, sistemi  
    tecnologici)
    Individuazione degli aspetti problematici al fine di una risoluzione dei problemi più  
    strettamente legati alle attività del comitato
    Attivazione di modalità di ascolto delle società per
    una definizione puntuale di tutte le  problematiche
    sul tavolo
    Organizzazione di incontri con i principali interlocutori  
    Istituzioni, enti territoriali,fornitori
    Attivazione di tavoli tematici con le società
    Presentazione di programmi specifici sulle tematiche affrontate
  

Nessun commento:

Posta un commento

VIDEO IN PRIMO PIANO :