--ULTIM'ORA NAZIONALI

ULTIME NOTIZIE - Verso l'arancione le Marche, il Piemonte e la Lombardia- Draghi nomina Fabrizio Curcio capo della Protezione Civile- Il governo lavora al Dpcm: Verso l'arancione 4 Regioni- Il governo lavora al Dpcm: Le misure scattano il lunedì- Salvini: no alla stretta a Pasqua: Il Pd: non cavalchi i problemi- Covid: Speranza: 'La campagna vaccini può accelerare'-

news

VIDEO IN PRIMO PIANO - CENTROABRUZZONEWS

martedì 20 ottobre 2020

TIRABASSI:"REGOLAMENTO DI POLIZIA LOCALE FUORILEGGE"

SULMONA - "Il sindaco Casini cerca disperatamente di arrampicarsi sugli specchi pur di non ammettere la realtà dei fatti. È lei che getta fumo negli occhi cercando di coprire le manchevolezze sue e della sua amministrazione affermando cose non rispondenti al vero. La Regione Abruzzo con una prima nota, del 13 febbraio 2019, ha comunicato al sindaco l’approvazione del regolamento di attuazione e dei principi organizzativi della legge regionale 42/2013. Con la stessa nota ha anche
comunicato alla stessa l’obbligo di ottemperare entro 180 giorni all’adeguamento del regolamento comunale di polizia locale pena la diffida. Con successiva nota del 7 novembre 2019 la stessa regione, a seguito dell’ inottemperanza del comune di Sulmona ad adeguare il regolamento, ha provveduto ad inoltrare formale DIFFIDA “escludendolo da ogni forma di contribuzione regionale prevista per la polizia locale e la sicurezza urbana oltre che da ogni forma di servizio erogato dalla
Regione in attuazione della presente legge regionale”.

Le note della regione Abruzzo, che allego, confermano le mie affermazioni. La DGR 292 del 25 maggio 2020 della regione, cui lo stesso sindaco fa riferimento, riguarda l’attivazione di una polizza assicurativa stipulata dalla stessa regione a tutela di tutti gli addetti di polizia locale che operano sul territorio regionale per il periodo di emergenza COVID. Non si tratta, come vuol far credere il sindaco, di contributi erogati a favore del comune di Sulmona. Il comunicato del sindaco rappresenta l’ennesimo goffo tentativo di mascherare la realtà dei fatti. Pensasse il sindaco Casini a ripristinare la conformità del regolamento comunale ai dettati della normativa regionale attualmente vigente piuttosto che arrabattarsi per difendere situazioni indifendibili".

 Mauro TIRABASSI
 Capogruppo FDI consiglio comunale Sulmona 




Nessun commento:

Posta un commento

VIDEO IN PRIMO PIANO :