--ULTIM'ORA NAZIONALI

ULTIME NOTIZIE - Bertolaso: 'Tutta l'Italia si dirige verso la zona rossa'- I casi 20.884, 347 i morti: Record di contagi a Brescia- COVID Procedura di emergenza Ue forse anche sui nuovi vaccini- Ipotesi due miliardi ai vaccini, stop licenziamenti fino a giugno- Il Mise: 'Produrre vaccini in Italia dall'autunno'- Da lunedì possibile DaD per sei milioni di studenti- Nel Dpcm Dad nelle zone rosse: Gelmini:'200 milioni per le famiglie'-

news

VIDEO IN PRIMO PIANO - CENTROABRUZZONEWS

venerdì 29 maggio 2020

"APPROVATO ALL’UNANIMITÀ IL RENDICONTO DEL PIANO SOCIALE DISTRETTUALE 2019"

SULMONA - Si è tenuta ieri pomeriggio nell’aula consiliare di palazzo san Francesco la Conferenza dei Sindaci dell’Ambito distrettuale n 4  Ecad Peligno, in cui è stato approvato all’unanimità dei presenti il rendiconto del Piano Sociale Distrettuale 2019, che sarà inviato alla Regione per gli adempimenti consequenziali. Il Comune di Sulmona, ente capofila, oltre ad aver  predisposto il rendiconto delle spese dei servizi e delle attività, come previsti dal Piano Sociale Distrettuale, ha  provveduto ad inviare ai singoli Comuni l’ avanzamento del piano di zona  con individuazione anche degli utenti che hanno fruito dei servizi.
  “Si è trattato di un momento importante poichè si è portato a conoscenza di tutti i Comuni dell’ Ecad quanto  erogato per i singoli servizi rientranti nella programmazione oggetto di convenzione tra i Comuni. Ci siamo impegnati al fine di andare incontro alla richiesta presentata dal Comune di Pratola Peligna, in merito alla possibilità, per gli utenti dell’assistenza educativa scolastica, di fruire  delle ore non erogate durante l’emergenza, prevedendo l’attivazione di un servizio di supporto educativo scolastico. In considerazione del fatto che questo servizio non potesse essere attivato, poiché non previsto nella programmazione dei servizi sociali, ci siamo impegnati al fine di individuare una soluzione che andasse incontro alle esigenze prospettate dal Comune di Pratola, riuscendo inoltre ad  individuare una soluzione che fosse valida per tutti i Comuni. Gli stessi, secondo le valutazioni fatte dall’ufficio del Comune di Sulmona, potranno utilizzare,  le economie derivanti dalla minore erogazione delle ore di assistenza scolastica non fruite a causa dell’emergenza sanitaria nelle scuole dell’infanzia, elementari e medie, attuando il servizio di assistenza domiciliare socio educativa disabili. L’aver individuato una valida soluzione rappresenta un momento rilevante di condivisione di esigenze tra Comuni, che sempre di più evidenzia l’importanza di coesione territoriale soprattutto in un periodo così difficile e complesso”Lo afferma il vicesindaco con delega alle Politiche Sociali Marina Bianco.

Nessun commento:

Posta un commento

VIDEO IN PRIMO PIANO :