ULTIM'ORA NAZIONALI

ULTIME NOTIZIE - Sit-in per i due studenti arrestati. Sciopero della fame e incatenati, cresce la protesta alla Sapienza- Usa: "La risposta di Israele sarà un attacco limitato in Iran"- Teheran avverte Israele: "Pronti ad usare un'arma mai utilizzata"- Draghi: "Proporrò un cambiamento radicale per l'Unione europea"-

news

ULTIM'ORA DALLA REGIONE

ULTIM'ORA Accorpamento classi: Fdi, norma per evitarlo è stata introdotta e il Pd votò contro - Stazioni del territorio,Popoli-Vittorito diventa hub dei servizi - Rischio pluriclasse a Caramanico Terme, scoppia la protesta-

Sport News

# SPORT # Risultati calcio a 5 SULMONA FUTSAL BATTE SAN MARZANO E CHIUDE AL 2° POSTO, PLAYOFF COL TERZIGNO

IN PRIMO PIANO

COMITATI CITTADINI PER L'AMBIENTE: "LA CENTRALE SNAM E’ UN OLTRAGGIO ALL’ ANTICO POPOLO DEI PELIGNI"

SULMONA - " Quasi un centinaio di tombe risalenti ad alcuni secoli avanti Cristo sono state rinvenute nel corso dei lavori di archeolog...

TOP NEWS

TOP NEWS REGIONE ABRUZZO

FACEBOOK LIVE CENTROABRUZZONEWS

martedì 26 marzo 2024

PIZZOLA: "LA MIA LETTERA SULLE ISCRIZIONI NELLA ROTONDA DELLA VILLA COMUNALE NON CONTIENE NESSUNA DICHIARAZIONE SPREZZANTE"

SULMONA - "Contrariamente a quanto affermato dai dirigenti del Borgo San Panfilo, la mia lettera sulle iscrizioni nella rotonda della villa comunale non contiene nessuna dichiarazione sprezzante; tanto meno intendeva offendere la memoria di Luisa D’Agostini né di nessun altro. Nel merito ritengo sia giusto attendere la risposta ufficiale del Comune per comprendere in base a quale norma e con quale motivazione sia stata accolta la richiesta del Borgo San Panfilo.  Visto il precedente, mi pare evidente che anche gli altri Borghi e Sestieri avrebbero lo stesso diritto di chiedere al Comune analoghe dediche su strutture e luoghi pubblici. Perché poi fermarsi ai Borghi e Sestieri? Anche altre associazioni o organizzazioni sarebbero titolate a formulare identiche richieste. Con quali conseguenze sui beni della collettività è facile immaginare.
Per quanto concerne la scritta di carattere religioso riporto quanto scrive Guido Piccirilli in “Sulmona -  guida storico – artistica, Moneta editore, Milano”: ”(…) Una di queste mensolette (all’interno della Cattedrale di San Panfilo, ndr) mostra una targa sannitica che porta una fascia ondulata e, nel campo superiore, in bel carattere teutonico, le sigle dello stemma cittadino: S.M.P.E., nelle quali i Canonici si compiacquero leggere: Spes – o Salus – Mea Pamphilus Est, oppure Sulmonis Munimen Pamphilus Est”.
E’ evidente, pertanto, che quella scritta è una invenzione degli ecclesiastici, i quali hanno distorto la famosissima frase di Ovidio che rappresenta l’identità della nostra città. Non si comprende come mai l’Amministrazione comunale di Sulmona abbia accettato di incidere nella rotonda della villa comunale quello che è a tutti gli effetti un falso storico anziché il motto originale di Ovidio, il cui acronimo è sullo stemma della città. Tanto più che la villa comunale è un bene che appartiene a tutti i cittadini e l’Italia è uno Stato laico".

                                                             Mario Pizzola

Nessun commento: