ULTIM'ORA NAZIONALI

ULTIME NOTIZIE - Rivolta nel carcere Beccaria, detenuti barricati- Tre militari della Gdf morti in esercitazione in montagna- De Luca: "Meloni ha comunicato sua vera identità"- Conte: "L'Europa è a un bivio, scegliere tra pace e guerra"- Putin avverte la Nato: "Andate verso la guerra globale"- Houthi attaccano una nave greca al largo dello Yemen-

news

ULTIM'ORA DALLA REGIONE

ULTIM'ORA Stellantis, cig per altri 570 lavoratori ad Atessa - Provincia L'Aquila, al via lavori su Sp 120 e Sp 35 Bis- Danni da peronospora, i sindaci chiedono tempi certi per gli aiuti - Ladri all'Agenzia delle Entrate a Pescara, rubati oggetti dei dipendenti-

Sport News

# SPORT # Il Sulmona futsal è in finale: a Faenza per la A2- Skyrace del Mammut, vincono Forconi e Pallini nella 21km -Il Napoli in ritiro a Castel di Sangro dal 25 luglio-

IN PRIMO PIANO

ALL’ABBAZIA DI SANTO SPIRITO AL MORRONE UNA GIORNATA DI STUDI SUL DIPINTO MURALE DI KURT KNORR

SULMONA - Francesco Sabatini: “La sua firma sul dipinto di Sulmona riempie il vuoto tra il rientro dal fronte orientale e la prigionia iniz...

TOP NEWS

TOP NEWS REGIONE ABRUZZO

FACEBOOK LIVE CENTROABRUZZONEWS

mercoledì 10 gennaio 2024

LETTERA CGIL AL PREFETTO DELL'AQUILA GUARDIA MEDICA PESCASSEROLI E PARCO NAZIONALE D'ABRUZZO


L'AQUILA - Richiesta intervento/incontro urgente ripristino del servizio di 118 con ambulanza medicalizzata, servizio di continuità assistenziale (guardia medica) e potenziamento servizi sanitari nel comprensorio del Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise."Egregio Signor Prefetto,
la CGIL della Provincia dell’Aquila denuncia, ormai da tempo, la carenza del servizio di 118 con ambulanza medicalizzata e del servizio di continuità assistenziale (Guardia medica) nel comprensorio del Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise ed in particolare nei comuni dell’Alto Sangro di Pescasseroli, Pescocostanzo, Opi, Villetta Barrea, Civitella Alfedena, Barrea.Nei giorni scorsi la nostra Organizzazione Sindacale ha promosso una mobilitazione che ha visto la partecipazione di oltre cento persone, tra cui Sindaci e Amministratori locali. L’evento è scaturito dalla necessità di riaffermare l’esigibilità del diritto universale alla salute e di denunciare pubblicamente le carenze sanitarie che ormai da troppo tempo interessano un vasto territorio della nostra provincia. Nel contempo abbiamo ribadito l’urgenza di una maggiore attenzione da parte della Regione Abruzzo e dei vertici della ASL Avezzano Sulmona L’Aquila verso cittadine e cittadine che abitano i comuni dell’Alto Sangro e del Parco Nazionale d’Abruzzo Lazio e Molise. Già nel 2022 la nostra organizzazione fu promotrice di una raccolta firme che vide la sottoscrizione di oltre 500 cittadine e cittadini affinché venisse ripristinato correttamente e secondo il fabbisogno sanitario del territorio il servizio di 118 con ambulanza medicalizzata. È passato oltre un anno e le condizioni sembrano addirittura peggiorate, alla precaria situazione del servizio di 118 si è aggiunta in questi mesi la mancanza/carenza del servizio di continuità assistenziale (guardia medica), come più volte denunciato dai sindaci del territorio. Tale grave condizione sta compromettendo il diritto alle cure ed alla salute di una intera comunità che risulta essere deprivata di un servizio fondamentale che garantisca un adeguato intervento in caso di emergenza e/o di urgenza. Senza alcuna paura di smentita possiamo affermare che è in atto una vera e propria desertificazione sanitaria delle aree interne della provincia dell’Aquila.

Per tali ragioni chiediamo un Suo intervento e la convocazione di una riunione urgente alla presenza dell’Assessore alla Salute della Regione Abruzzo, della Direzione Strategica della ASL Avezzano Sulmona L’Aquila e dei sindaci dei comuni interessati. Il trascorrere del tempo senza adeguate soluzioni al problema espone cittadini e cittadine ad un serio rischio per la salute, compromettendo il diritto alle cure sancito dalla nostra Carta Costituzionale. Siamo certi che la Sua autorevolezza può contribuire alla soluzione del problema non avendo ad oggi ricevuto da parte dei soggetti deputati alcuna soluzione utile alle gravi carenze sanitarie che da troppi anni attanagliano una intera comunità.


Restando a disposizione per ulteriori eventuali chiarimenti, porgiamo distinti saluti".



 A Sua Eccellenza

Signor Prefetto dell’Aquila

Dott. Giancarlo De Vincenzo



CGIL della Provincia dell’Aquila

Nessun commento: