news

---ULTIM'ORA NAZIONALI

ULTIME NOTIZIE - Iran, eseguita la condanna a morte di un manifestante- La Prima della Scala. Ovazione per Mattarella- Putin: 'Cresce la minaccia di una guerra nucleare'- Meloni:'Rivendico le misure' Cgil e Uil vanno all'attacco-

TOP NEWS

TOP NEWS REGIONE ABRUZZO

ABRUZZO DOSSIER - PREMIO AQUILA D'ORO 2022

CENTROABRUZZONEWS CANALE VIDEO IN DIRETTA STREAMING SUL WEB E SU SMART TV

Canale VIDEO - CENTROABRUZZONEWS

sabato 27 agosto 2022

FEDELE(M5S): LA CITTA' DI SULMONA ESCLUSA DAGLI EUROPEI DI PATTINAGGIO

SULMONA - "I campionati europei di pattinaggio corsa, inizialmente previsti nelle tre maggiori città della provincia, si svolgeranno invece dal 4 all’11 settembre,solo all’Aquila e non più in piazza Garibaldi a Sulmona e ad Avezzano. A denunciare l’accaduto sono stati in una conferenza stampa a Sulmona il consigliere regionale del Movimento 5 Stelle, Giorgio Fedele, e l’assessore comunale allo sport, Attilio D’Andrea. “Per fare fronte agli impegni per il manto stradale da asfaltare, le tribune ed i gazebo, il Comune di Sulmona avrebbe speso circa 90mila euro”, ha spiegato D’Andrea, “per questa necessità abbiamo subito trovato la disponibilità del consigliere regionale Fedele per reperire la somma indispensabile. Per questo il consigliere regionale ha presentato un emendamento e lo stesso presidente della Regione, Marco Marsilio, parlando con il sindaco Gianfranco Di Piero aveva suggerito di accedere ai fondi della legge 10. Ma poi a questa richiesta non abbiamo avuto alcuna risposta”. “I Comuni partecipi dell’evento, Sulmona e Avezzano, oltre L’Aquila, avrebbero sopportato gli oneri dell’organizzazione”, ha aggiunto Fedele, “L’Aquila o ha fatto richiesta di fondi oppure si è mosso direttamente l’assessore regionale Guido Liris per far ottenere al capoluogo di regione 450mila euro, di cui 250mila vincolati alle spese per i campionati europei di pattinaggio e il resto per un evento, non meglio definito, chiamato Città dello Sport”. “La delibera al riguardo è stata fatta il 2 agosto scorso”, ha continuato il consigliere regionale, “ma siccome in precedenza l’assessore D’Andrea non riceveva risposte alle richieste inoltrate in Regione, ho incontrato l’assessore Liris, i capigruppo consiliari, il presidente del consiglio regionale, Lorenzo Sospiri, e a tutti ho precisato che senza i 90mila euro i campionati a Sulmona non si sarebbero potuti svolgere”. “L’emendamento in commissione è stato respinto e poi non è stato fatto discutere in consiglio perché proprio la mattina del 2 agosto si era riunita la giunta per stanziare i fondi per gli europei di pattinaggio”. Fedele ha contattato anche i dirigenti competenti che gli hanno precisato che quella somma era destinata esclusivamente al Comune dell’Aquila. L’esponente pentastellato si è, quindi, rivolto nuovamente a Liris e Sospiri ma per l’emendamento non c’è stata possibilità alcuna di approvazione. “Abbiamo lavorato fino all’ultimo minuto per tentare di ottenere quei fondi ma nulla da fare. L’assessore Liris, ad un certo momento diventato uccel di bosco, si è sempre smarcato da questa situazione”, ha proseguito il consigliere Fedele che ha accusato la Regione di aver dirottato tutti i fondi sull’Aquila per questioni elettoralistiche. “Lo sport è una branca del turismo che fortunatamente sta prendendo piede anche in Abruzzo, al contrario di quel finto turismo sportivo con il Napoli a Castel di Sangro solo perché lì c’è un’amministrazione più vicina ai colori politici dell’assessore Liris che, guarda caso, ha sia la delega allo sport che al bilancio, e quindi da solo ha messo le firme per attivare le procedura, rispetto invece a Sulmona dove c’è un assessore del Movimento 5 Stelle”. “Liris è casualmente candidato all’uninominale al Senato con Fratelli d’Italia e trovo veramente singolare che in sede di riprogrammazione delle economie generate dai fondi Fsc, si sia deciso di destinare su un totale di 1milione 355mila euro del settore sport, mezzo milione solo sull’Aquila”, ha concluso Fedele. “Un’occasione persa dopo la bella esperienza vissuta a Sulmona nel 2004 con i campionati mondiali su strada di pattinaggio a rotelle”.


EUROPEI DI PATTINAGGIO: SULMONA E AVEZZANO ABBANDONATE DAL CENTRODESTRA,
FEDELE “INACCETTABILE GESTIONE DEI FONDI PUBBLICI, LIRIS DIA SPIEGAZIONI A TUTTO IL TERRITORIO” 

"La Regione Abruzzo a trazione Lega, Fratelli D’Italia e Forza Italia sacrifica Sulmona e Avezzano: i Campionati europei di Pattinaggio si terranno solo a L’Aquila perché il centrodestra ha scelto di stanziare circa 450mila euro per il Capoluogo lasciando a zero gli aiuti nelle altre città. Eppure la Federazione Italiana sport rotellistici aveva proposto un evento sportivo di ampio respiro che ospitasse le tre competizioni previste – pista, strada e maratona -  rispettivamente a L’Aquila, Sulmona e Avezzano.  L’idea, infatti, era quella di un evento diffuso. Ma qualcosa è andato storto e a spiegarlo sono stati il Consigliere Regionale M5S Giorgio Fedele e l’Assessore con delega allo Sport del Comune di Sulmona Attilio D’Andrea.  

“Quanto accaduto è molto grave – spiega Fedele  - l’Assessore Liris, come del resto tutto il centrodestra, si riempie la bocca con la tutela e la valorizzazione delle aree interne anche attraverso gli eventi sportivi. Ma alla conta dei fatti sceglie di tagliare le gambe a un intero territorio e utilizzare una competizione sportiva probabilmente per farsi campagna elettorale nella propria città, a discapito del rispetto di un intero territorio. Sia chiaro – ci tiene a sottolineare Fedele - siamo soddisfatti che almeno a L’Aquila si sia riusciti a dar seguito all’organizzazione delle gare, ma ci chiediamo come mai sia stato negato lo stesso diritto a Sulmona e Avezzano, quando c’erano sia le risorse economiche che i tempi per l’adeguamento degli spazi”. 

Interviene anche l’Assessore comunale Attilio D’Andrea "Abbiamo cercato fino all'ultimo di realizzare il progetto così come era stato ideato, ovvero capace di abbracciare le 3 città più grandi della provincia. Un’occasione per fare squadra in ottica di rilancio delle aree interne utilizzando, questa volta, il canale dello sport. Ma purtroppo questa possibilità è stata negata”.

“A Sulmona – incalza Fedele - sarebbe bastato uno stanziamento di soli 90 mila euro per rifare l’asfalto sull’anello di Piazza Garibaldi, assicurare le tribune e tutto quanto necessario allo svolgimento della gara su strada. Fondi che sono stati chiesti dall’Amministrazione comunale al Presidente di Regione Abruzzo, che però a quanto pare non ha voluto ascoltare e non ha dato seguito alla richiesta di aiuto della città. A questo punto ho presentato io stesso un emendamento di merito nell’ultima Variazione di Bilancio del 2 agosto, per destinare la cifra necessaria.  Ma, tra balbettamenti e incertezze, il centrodestra si è rifiutato di approvarlo e addirittura di discuterlo in aula. Appare quindi chiara la volontà politica di non consentire a un’intera città la possibilità di ospitare un evento sportivo di rilievo, e  i più maliziosi potrebbero anche pensare che il nocciolo della questione risieda nel colore politico dell’Amministrazione comunale di Sulmona, diverso da quello che traina la Regione Abruzzo e lo stesso Comune dell’Aquila. Stessi dubbi rimangono per il Comune di Avezzano dove non è chiaro se l’Amministrazione comunale non sia stata capace o messa nella condizione di ospitare l’evento. 

Una cosa è certa ancora una volta alle chiacchiere propagandistiche del centrodestra si contrappone una realtà dei fatti che va in controtendenza con le esigenze del territorio e dei cittadini della provincia aquilana. Noi continueremo a denunciare queste dinamiche tossiche nella gestione delle risorse pubbliche che minano lo sviluppo di alcuni territori. Oggi è toccato a Sulmona e Avezzano pagare la propaganda di una politica malsana, domani potrebbe toccare a chiunque e questo è inaccettabile” conclude".

Nessun commento: