---ULTIM'ORA NAZIONALI

ULTIME NOTIZIE - Meloni: 'Se vanno più voti a FdI il nome del premier è il mio'- Calenda: 'Letta ha fatto un patto con chi è comunista'- Cina, proseguono le manovre militari intorno a Taiwan- Gaza, il cessate il fuoco regge, Israele riapre i valichi- Calenda strappa con il Partito democratico. L'ira dei dem, Letta: 'Noi andiamo avanti'- '

news

TOP NEWS

TOP NEWS

CENTROABRUZZONEWS CANALE VIDEO IN DIRETTA STREAMING SUL WEB E SU SMART TV

Canale VIDEO - SULMONA : Giostra Cavalleresca - 1^ Giornata

domenica 3 luglio 2022

CALDO TROPICALE. IL METEOROLOGO STEFANO BERNARDI: PICCHI DI 40°C MA POI?

L'AQUILA - "Sarà la terza ondata di caldo negli ultimi trenta giorni quella che caratterizzerà il vissuto degli abruzzesi nei prossi 2-3 giorni.Le temperature tra oggi e domani saliranno ulteriormente e raggiungeranno picchi di 40°C un po' su tutta la Regione ed in maniera particolare nell'entroterra laddove il clima risulta essere più continentale.Abbiamo parlato dei prossimi 2-3 giorni anche perché c'è un valido motivo.Madre natura, infatti, potrebbe rimettere le cose al suo posto scaricando sull'Italia, soprattutto quella peninsulare ed in special modo quella orientale, e quindi anche sull'Abruzzo, una ventata di aria fresca che riporterà il termometro su valori accettabili.

Il passaggio da un eccessiva calura ad un clima relativamente fresco potrebbe non essere indolore.L'energia accumulata in queste settimane di caldo estremo potrebbe, infatti, fungere da detonatore per temporali che in taluni casi potrebbero essere molto forti e grandinigeni.Prestare quindi attenzione alle giornate di Giovedì e venerdì.


Orientativamente potrebbero essere questi i giorni ( i modelli matematici questo indicano in tendenza)  in cui lo scontro tra l'aria fresca in arrivo ( Venerdì potremmo registrare una isoterma di 10°C a 850 hp cioè a 1500 metri d'altezza in aria libera rispetto all'attuale isoterma di 22 °C circa) e l'aria calda preesistente potrebbe mettere in movimento moti convettivi con conseguente  sviluppo di cumulonembi imponenti forieri di possibili nubifragi.


Insomma alle porte ci potremmo a breve ritrovare un break dell'estate la cui ferita potrebbe lasciare dei segni sul prosieguo della stessa.

Sarà dura comunque pensare ad una risoluzione della problematica legata alla siccità. Per quella ci vorrà ben altro che l'apporto di alcuni seppur forti acquazzoni.

Staremo a vedere"



Nessun commento: