---ULTIM'ORA NAZIONALI

ULTIME NOTIZIE - Mosca chiude Nord Stream. Ue prepara il piano per il gas- 'Ndrangheta: due arresti a Torino per faida del 2004- Il Nord traina la crescita, più occupati a Sud. L'inflazione schizza all'8%, record da 36 anni- Kiev, due bambini uccisi da missili a Odessa. 'Mykolaiv colpita con bombe a grappolo'- Von der Leyen all'Ucraina. 'Serve una legge anti-oligarchi'-

news

TOP NEWS

TOP NEWS

IN PRIMO PIANO

GIOSTRA CAVALLERESCA: ECCO IL PALIO DELLA XXVI EDIZIONE

CENTROABRUZZONEWS CANALE VIDEO IN DIRETTA STREAMING SUL WEB E SU SMART TV

Canale VIDEO - SULMONA: Presentato il Palio della Giostra Cavalleresca 2022

venerdì 3 dicembre 2021

I 30 ANNI DELLA LEGGE QUADRO SULLE AREE PROTETTE (LEGGE 6.12.1991, N 394) CONVERSAZIONE CON ALCUNI DEI PROTAGONISTI

 L’incontro si svolgerà domenica 5 dicembre alle ore 17,00 nel Castello Cantelmo . PETTORANO SUL GIZIO - "Trent’anni fa, dopo una lunghissima gestazione, veniva approvata la Legge quadro sulle aree protette in Italia.Si trattò di un evento storico perché finalmente il Paese si dotava di una normativa organica che “detta principi fondamentali per l'istituzione e la gestione delle aree naturali protette, al fine di garantire e di promuovere, in forma coordinata, la conservazione e la valorizzazione del patrimonio naturale del paese.”Una legge che arrivava dopo una lunga attesa ma allo stesso tempo raccoglieva molto delle poche esperienze positive – tra le quali quella del Parco d’Abruzzo – che si erano realizzate in Italia.Grazie alla legge quadro l’Italia può contare oggi su 25 Parchi nazionali, 27 Aree marine protette, 140 Parchi Regionali, 147 Riserve naturali Statali, 365 Riserve naturali Regionali, 171 altre aree naturali di interesse Regionale.Un lavoro enorme che ha prodotto grandi risultati sul piano della conservazione e valorizzazione del patrimonio naturale, pur tra difficoltà, criticità e nuove sfide.
    L’Abruzzo ebbe un ruolo di primo piano nella fase di elaborazione e mobilitazione per l’approvazione della legge, grazie alla presenza del Parco d’Abruzzo, uno dei pochi Parchi nazionali già istituiti, ma anche delle riserve Statali istituite grazie all’impegno del Corpo Forestale, e alla sensibilità di organizzazioni politiche e sociali – la CGIL promosse una raccolta popolare di firme a sostegno della legge – che allargavano un dibattito patrimonio del persistente impegno del mondo ambientalista.
Di quella bella stagione che diede vita alla legge 394 il Comune di Pettorano sul Gizio e La Riserva Regionale Monte Genzana e Alto Gizio hanno chiamato a parlarne alcuni protagonisti abruzzesi: i parlamentari dell’epoca, Franco Cicerone e Amedeo D’Addario, il Dirigente del Corpo Forestale e primo Presidente del Parco Nazionale della Maiella, Giuseppe di Croce, e la parlamentare Stefania Pezzopane che da assessora promosse la legge quadro sulle aree protette della Regione Abruzzo per l’Appennino Parco d’Europa.
L’incontro si svolgerà domenica 5 dicembre alle ore 17,00 nel Castello Cantelmo con il seguente programma:
Coordina: Franco Avallone - giornalista

Saluti: Antonio Carrara – Sindaco di Pettorano Sul Gizio
            Antonio Di Croce – Direttore Riserva Naturale

Partecipano:
Franco Cicerone - Deputato al Parlamento X Legislatura
Amedeo D’Addario - Deputato al Parlamento X Legislatura
Giuseppe Di Croce - già Dirigente e Capo del Corpo Forestale dello Stato
Stefania Pezzopane - Deputata al Parlamento

 

Nessun commento: