--ULTIM'ORA NAZIONALI

ULTIME NOTIZIE - Il voto in Iran: L'ultraconservatore Raisi secondo i primi dati è al 62%- Draghi: 'L'eterologa funziona, ma c'è libertà di scelta'- Mini quarantena e tampone per chi viene dalla Gb- Morto Giampiero Boniperti. Juve: 'Era la nostra identità'- Green pass dal primo luglio. Ok a viaggi ed eventi in Europa-

news

VIDEO IN PRIMO PIANO - CENTROABRUZZONEWS

giovedì 13 maggio 2021

IN BELGIO PIERPAOLO ADDESI E ANDREA TARLAO SUPERLATIVI CON LA NAZIONALE ITALIANA DI PARACICLISMO IN COPPA DEL MONDO

L'AQUILA - Il Team Go Fast con Pierpaolo Addesi e Andrea Tarlao ha fatto sentire la propria presenza in maniera forte e decisa nella trasferta in Belgio a Ostenda per la prima prova stagionale di Coppa del Mondo di paraciclismo nella quale la nazionale italiana del commissario tecnico Mario Valentini si è confermata una potenza di caratura mondiale e sulla strada giusta per essere ancor più competitiva verso i Mondiali in Portogallo e le Paralimpiadi di Tokyo.Superando notevoli difficoltà tecniche, organizzative e logistiche, legate all'emergenza sanitaria in corso, è stata una prova di spessore da parte del gruppo azzurro, avvalorata dalle ottime performances della coppia del Team Go Fast Addesi-Tarlao nella categoria MC5.Nella gara in linea, Addesi ha agguantato un bel quarto posto ed è stato bravissimo ad inserirsi nella lotta per aggiudicarsi il podio che lo ha sfiorato per una manciata di secondi.Addesi ha movimentato la corsa e sul traguardo ha chiuso alle spalle dell’olandese Daniel Abraham Gebru e dei francesi Kevin Le Cunff e Dorian Foulon, non da meno è stato il campione del mondo in carica Andrea Tarlao che ha terminato al sesto posto.Un quinto posto di tutto rispetto, invece, per Tarlao nella gara a cronometro conclusa con il quinto tempo di 40’05”, buona la prova di Addesi che ha chiuso in 44’48” ma accreditato del 17°miglior tempo.“Anche se non sono arrivate le medaglie è un riconoscimento all’impegno di entrambi gli atleti che  sono un valore aggiunto della nazionale italiana di paraciclismo e del nostro team – spiega il presidente Andrea Di Giuseppe - Hanno recitato bene la loro parte, ci tenevano a far bene, accarezzando il podio, ma sono stati all’altezza della situazione, dando segnali importanti in previsione dei prossimi Mondiali tra un mese in Portogallo e delle Paralimpiadi a Tokyo”.




Nessun commento:

Posta un commento

VIDEO IN PRIMO PIANO :