--ULTIM'ORA NAZIONALI

ULTIME NOTIZIE - Le Regioni ancora all'attacco sulla scuola e sul coprifuoco- Salvini e Regioni all'attacco 'Sulla scuola patti disattesi'- L'Italia ritorna gialla. Lite sul coprifuoco alle 22- 'La Superlega non esiste più'. Il titolo Juve crolla in Borsa-

news

PRIMO PIANO

PESCASSEROLI, NUOVO SFREGIO AL SENTIERO DI ARTE PARCO

VIDEO IN PRIMO PIANO - CENTROABRUZZONEWS

venerdì 22 gennaio 2021

SEGRETERIA TERRITORIALE VALLE PELIGNA ALTO SANGRO: DIFESA DEL LAVORO E DEL TERRITORIO PELIGNO “QUESTA SCONOSCIUTA”

SULMONA - "Come Uil Territoriale Valle Peligna Alto Sangro, alla Luce della notizia dell’ennesimo colpo all’occupazione con la possibile chiusura dell’Archivio di Stato, poiché la non sostituzione dei lavoratori che vanno in pensione significa decretarne la fine, e la perdita di un altro pezzo dellamemoria Storica e Culturale della Città di Sulmona e dell’intero Territorio Peligno.Esprimiamo, ulteriormente, una forte preoccupazione sulla tenuta occupazionale e demografica
del nostro comprensorio poiché continua l’espoliazione (la cosiddetta Politica del Carciofo)
di questo territorio di tutti gli Uffici amministrativi presidi dello Stato nel territorio, (Tribunale,
Punto Nascita, Catasto, ecc), nel silenzio “ASSORDANTE” della Politica locale (Sindaci,
Parlamentari e consiglieri Regionali).
Tagliare servizi equivale a contrarre diritti e a non garantire l’uguaglianza di tutti i cittadini.Come Uil ribadiamo la richiesta “Quasi Decennale” di avviare un tavolo di concertazione
permanente sul tema Lavoro, con la partecipazione di tutti gli attori; politici ( parlamentari,
assessori regionali, sindaci,) sindacati, associazioni datoriali di tutti i settori (artigiane,
commerciali, industriali), professionali, al fine di arrivare alla elaborazione di un progetto
condiviso per il rilancio economico produttivo e occupazionale del territorio che oramai è
“all’ultimo Miglio “ della desertificazione industriale e artigianale, amministrativo, e per bloccare
la fuga dei giovani da questo territorio.
Riteniamo inoltre che debbano essere superate le divisioni e campanilismi perché è fondamentale
sviluppare assieme un patto territoriale per la rinascita e la crescita dello stesso.
Riteniamo altresi che il ruolo dei Comuni con insediamenti produttivi, industriali e artigianali sia
essenziale per intercettare tutte le opportunità concesse dai vari decreti di concessione di risorse
destinate a progetti di riconversione e riqualificazione industriale, artigianale, formazione e
riqualificazione dei lavoratori e disoccupati, efficientamento energetico.
Occupazione e rilancio delle imprese è una sfida che questo territorio non può
perdere".Pertanto rinnoviamo l’appello all’amministrazione comunale di Sulmona che si faccia promotrice di una convocazione urgente di un tavolo di confronto sul tema con tutte le parti sociali
interessate".
I Coordinatori della CSZ UIL SULMONA
Augusto Di Giustino, Ernesto D’Eliseo, Maurizio Sacchetta

Nessun commento:

Posta un commento

VIDEO IN PRIMO PIANO :