--ULTIM'ORA NAZIONALI

ULTIME NOTIZIE - La campagna vaccinale 'Superata quota 15 milioni di somministrazioni'- Sileri: 'Presto per levare coprifuoco ma riaperture irreversibili'- Domani 7 milioni a scuola: Si lavora al nuovo decreto- L'ultimo saluto a Filippo: Un minuto di silenzio in Gb- Open Arms. Salvini rinviato a giudizio: 'Scelta dal sapore politico'-

news

PRIMO PIANO

INCIDENTE STRADALE SULLA SS 17, DUE LE AUTO COINVOLTE

VIDEO IN PRIMO PIANO - CENTROABRUZZONEWS

venerdì 15 gennaio 2021

COVID-19: LA REGIONE ABRUZZO SARÀ ARANCIONE

L'AQUILA - "Il presidente Marsilio ha appena avuto la comunicazione dal ministro Speranza che la Regione Abruzzo sarà ARANCIONE, come gran parte del territorio nazionale. Nonostante la Cabina di regia abbia registrato impatto basso, probabilità moderata, nessuna allerta, livello di rischio complessivo moderato, purtroppo l'indice RT a 1,12 (praticamente allineato alla media nazionale) porta l'Abruzzo in arancione a partire da domenica. Purtroppo la nuova soglia più restrittiva recentemente approvata dal Governo produce questo risultato. Torneranno quindi a chiudere bar e ristoranti, che potranno tornare a fare solo asporto. I bar con la nuova ulteriore limitazione fino alle ore 18. Per le scuole nessun cambiamento: continueranno a fare la didattica a distanza al 50% come avviene già da lunedì.

Rinnovo con ancora maggior vigore la richiesta al Governo di fare presto con gli indennizzi, altrimenti queste nuove restrizioni rischiano di trasformarsi in una mazzata mortale per interi settori. Stesso discorso per la filiera del turismo invernale, colpito dallo spostamento al 15 febbraio della riapertura, cosa che per molti impianti vuol dire di fatto aver perso l'intera stagione o quasi".

L'Abruzzo sarà da domenica prossima 17 gennaio zona arancione. Lo ha appena annunciato il Presidente della Regione Marco Marsilio, riportando la comunicazione del Ministro della Salute Roberto Speranza. A pesare nella decisione, che sarà formalizzata in giornata con apposita ordinanza, l'indice RT a 1,2 che con i criteri più restrittivi introdotti dal governo ha determinato l'esito indicato.

Per effetto del nuovo Dpcm firmato dal Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, con le misure sull'emergenza in vigore da domani 16 gennaio, nella zona rossa tornano ad essere sospese l'attività di ristorazione (bar, pub, ristoranti, gelaterie e pasticcerie) con la possibilità della ristorazione con consegna a domicilio e quella con l'asporto fino alle 22, ma con la limitazione fino alle ore 18 "per i soggetti che svolgono come attività prevalente una di quelle identificate dai codici ateco 56.3 e 47.25".

I negozi saranno aperti con il rispetto delle prescrizioni anti contagio, mentre le scuole superiori da lunedì prossimo continueranno a fare didattica in presenza per almeno il 50 per cento. Restano sospese, queste fino al 5 marzo prossimo, le attività di palestre e piscine, sale giochi e sale scommesse, sale da ballo e discoteche. Per quanto attiene agli spostamenti, resta confermato in zona arancione il divieto in entrata e uscita tra Regioni e quello dalle 22 alle 5 del giorno successivo, sempre con le note eccezioni. Per una sola volta al giorno è consentito spostarsi verso un'abitazione privata all'interno dello stesso Comune, tra le 5 e le 22, per un massimo di 2 persone, con esclusione dal conteggio dei figli minori di 14 anni e delle persone disabili o non autosufficienti che con loro convivono.
L'attività motoria e quella sportiva sono consentite con il rispetto delle relative distanze di sicurezza interpersonale

Nessun commento:

Posta un commento

VIDEO IN PRIMO PIANO :