--ULTIM'ORA NAZIONALI

ULTIME NOTIZIE - Il Recovery Fund: 'Per l'Italia 191,5 miliardi, meno di 2 mesi per il piano'- Allo studio nuove misure, altre regioni verso il rosso- Suicidio, razzismo, fango: Meghan attacca i reali in tv- Bus sprofonda in una voragine Napoli, paura per i passeggeri- Annuncio di Speranza: 'Entro l'estate vaccinati tutti gli italiani che lo vorranno'-

news

VIDEO IN PRIMO PIANO - CENTROABRUZZONEWS

mercoledì 1 luglio 2020

VIALE DELLA STAZIONE A SULMONA COME MARANELLO. NARDELLA (UIL) "INTERVENIRE PRIMA CHE CI SCAPPI IL MORTO"

SULMONA - "Per svariati motivi mi ritrovo spesso a passeggiare lungo quello che reputo essere uno tra i viali più belli di Sulmona.Tuttavia, per svariati motivi che vanno da marciapiedi interrotti da ponti non sicuri come quello sul fiume Vella o da pietre miliari poste al centro degli stessi, la gente è costretta,suo malgrado, a spostarsi sulla strada.È proprio in questo frangente che, al netto dei rumori molesti che sempre gli acceleratori spinti dei veicoli motorizzati producono, ci si accorge dell'elevato pericolo che corre il pedone di turno.Auto e moto che sfrecciano spesso ad altissima velocità su questo tratto di strada e che riducono a carta straccia il codice della strada fanno sensazione oltre che far balzare la frequenza cardiaca alle stelle.
È vero che la speranza resta sempre quella di non contare persone che rischiano di presentarsi all'appello con un elettrocardiogramma piatto.Tuttavia non si può aspettare che ci scappi il morto prima che si  intervenga fattivamente per prevenire tutto questo.Chiedere a chi di competenza di intervenire immediatamente, intanto ripristinando la sicurezza infrastrutturale e, soprattutto, sanzionando con severità qualunque infrazione al codice della strada venga commessa è il minimo che si possa fare.Il tutto non fosse altro per il fatto che se le regole vengono scritte lo sono per essere rispettate ovvero per migliorare la convivenza civile e, soprattutto, per evitare che vi siano vittime innocenti".
Mauro Nardella
Componente UIL CST Adriatica Gran Sasso

Nessun commento:

Posta un commento

VIDEO IN PRIMO PIANO :