--ULTIM'ORA NAZIONALI

ULTIME NOTIZIE - Salvini: 'Chiederò a Draghi stop mascherine all'aperto'- La Francia allenta le restrizioni: Da domenica basta coprifuoco- L'Italia batte la Svizzera 3-0: Gli azzurri sono già agli ottavi- Riparte il dialogo Usa-Russia 'Mai una guerra nucleare' Putin: 'Bene con Biden' Intesa sugli ambasciatori-

news

VIDEO IN PRIMO PIANO - CENTROABRUZZONEWS

giovedì 25 aprile 2019

TUTTO PRONTO A PRATOLA PELIGNA PER LA FESTA DELLA MADONNA DELLA LIBERA

PRATOLA - Musica, arte, sport e tradizione. E’ tutto pronto a Pratola Peligna per i festeggiamenti legati alla Madonna della Libera. Si comincia il 1 maggio, con qualche giorno di anticipo sulla tabella di marcia rispetto gli ultimi anni, per finire domenica 12 maggio con l’ottava della festa. Fra i grandi nomi da segnalare la presenza di Mogol ( 21,30 del 1 maggio) che si racconterà in piazza Garibaldi per passare al concerto di Nello Daniele (fratello di Pino) alle 21,30 del 3 maggio. Sabato sera i tradizionali fuori pirotecnici mentre sabato 11 maggio alle ore 22 Briga acustico tour 2009. Alle 22,30 di domenica 12 maggio la piazza passerà a Regina The Real Qeen Experience prima dell’estrazione della lotteria.
Ma nel ricco cartellone si trova anche “Favolando” con i personaggi Disney per i bambini; mostre d’arte; tornei sportivi e molto altro, Fiera dell’Agricoltura compresa. C’è anche la versione pratolana della “Corrida dei peligni” ( 2 maggio ore 21.30 piazza Garibaldi). Per il comitato festa si tratta di un programma dignitoso e di livello. “Siamo uno dei pochi comitati negli ultimi anni che abbiamo rialzato il livello della festa”- ha esordito il Presidente del comitato festa, Silvio Formichetti. Annuisce Sergio Di Bacco, l’anima storica della festa, mentre Igino Basile ha ringraziato padre Renato che ieri ha permesso lo svolgimento delle prove. Non meno importante la parte spirituale della festa con l’ingresso della compagnia di Gioia ( venerdì 3 maggio), l’esposizione della statua in Santuario ( sabato 4 maggio) e la grande processione ( domenica 5 maggio). “La mastra conserva un ruolo importante. Ho visto tanta devozione. Oltre al valore economico c’è anche quello spirituale”- ha aggiunto la mastra Antonella Santacroce. E per l’edizione 2019 ci si aspetta anche un ritorno economico con i tanti pratolani che torneranno in paese.










Nessun commento:

Posta un commento

VIDEO IN PRIMO PIANO :