ULTIM'ORA NAZIONALI

ULTIME NOTIZIE - Mutilato e abbandonato, morto il bracciante indiano a Latina- Putin da Kim a Pyongyang: "Combattiamo contro decenni di imperialismo Usa"- L'Ue apre la procedura sul deficit per Italia, Francia e altri cinque Paesi- Meloni ai maturandi, inizia una grande avventura,date il massimo - Ungaretti, Pirandello, Galasso e Levi Montalcini fra le tracce-

news

ULTIM'ORA DALLA REGIONE

ULTIM'ORA Marsilio "i cittadini chiedono un'Europa che faccia meno cose, ma che le faccia meglio"- Incidente su ss 16 a Vasto, muore un trentenne - ACS investe 4 milioni per il secondo stabilimento a Tortoreto-

Sport News

# SPORT # Il Portogallo batte in rimonta 2 - 1 la Repubblica Ceca - La Francia batte l'Austria 1-0- Romania-Ucraina 3-0 -

IN PRIMO PIANO

VERIFICATORI UNESCO IN MISSIONE AL PARCO NAZIONALE DELLA MAIELLA PER VALUTARE IL RINNOVO DELLA CERTIFICAZIONE A GEOPARCO MONDIALE UNESCO

SULMONA - "Il Parco Nazionale della Maiella ospiterà la prossima settimana i verificatori Unesco per la rivalidazione della certificazi...

TOP NEWS

TOP NEWS REGIONE ABRUZZO

FACEBOOK LIVE CENTROABRUZZONEWS

martedì 28 maggio 2024

“UN SILENZIO CHE RACCONTA” DI RICCARDO LOLLI– EDIZIONI MENABÒ


PRATOLA - "Questo il  libro sarà presentato mercoledì 29 Maggio  alle ore 15:30, presso l’aula magna “Falcone e Borsellino” dell’ ITI “Da Vinci” di Pratola Peligna, alla presenza della Dirigente dell’IIS “Fermi” Luigina D’Amico, del Sindaco di Pratola e di numerose figure istituzionali. Il libro sarà raccontato dal Prof. Francesco Sabatini, Presidente onorario dell’Accademia della Crusca, che ne ha curato la prefazione.Interverranno ,oltre all’autore Riccardo Lolli, studioso di storia sociale e della Resistenza, Carlo Fonzi, presidente dell’Istituto Abruzzese per la Storia della Resistenza e dell’Italia Contemporanea,  Davide Adacher dell’Istituto Abruzzese per la Storia della Resistenza e dell’Italia Contemporanea.Protagonista del libro Rocco Di Pillo di Pratola Peligna, un pacifista, un anarchico,  un uomo coraggioso che, dopo l’armistizio dell’8 settembre, venne deportato dai nazisti prima nel campo di Natzweiler-Struthof e poi in quello di Flossenburg, impiegato nei lavori forzati e inquadrato come detenuto politico.La cittadinanza è invitata a partecipare".


Nessun commento: