ULTIM'ORA NAZIONALI

ULTIME NOTIZIE - Roberto Baggio rapinato in casa durante Spagna-Italia. Tenta di fermare i malviventi ma viene colpito alla testa- Uccide la moglie a coltellate al culmine di una lite - Leo: "Il redditometro non esiste, la norma sarà migliorata"-

news

ULTIM'ORA DALLA REGIONE

ULTIM'ORA Marsilio "i cittadini chiedono un'Europa che faccia meno cose, ma che le faccia meglio"- Incidente su ss 16 a Vasto, muore un trentenne - ACS investe 4 milioni per il secondo stabilimento a Tortoreto-

Sport News

# SPORT # Euro 2024: troppa Spagna per l'Italia, la Roja già a ottavi - Serbia - Slovenia 1 - 1-

IN PRIMO PIANO

LUCIO ZAZZARA: "IL PARCO NAZIONALE DELLA MAIELLA È APERTO A SOTTOSCRIVERE CONVENZIONI PER FAVORIRE RIPRESE ANCHE CON LA FILMCOMMISSION

SULMONA - "Il Presidente Lucio Zazzara è intervenuto a Campo di Giove ospite del sindaco Michele Di Gesualdo e di Matteo De Chellis, a ...

TOP NEWS

TOP NEWS REGIONE ABRUZZO

FACEBOOK LIVE CENTROABRUZZONEWS

lunedì 1 maggio 2023

FESTA DI SAN DOMENICO, IL RITO DEI SERPARI A COCULLO SOTTO LA PIOGGIA

COCULLO  - In migliaia si sono riversati questa mattina a Cocullo per il Rito dei Serpari .Una giornata fredda e piovosa ha caratterizzato la celebre manifestazione.Otto treni straordinari sono stati predisposti da Trenitalia, tutti presi d’assalto, nel vero senso della parola. Soddisfatto il primo cittadino, Sandro Chiocchio, malgrado le cattive condizioni atmosferiche.L'insistente pioggia ha ridotto la celebre processione.La stagione anomala ha reso difficile l'attività dei serpari, che nonostante tutto sono riusciti a catturare diversi esemplari di serpenti.La santa messa è stata officiata da Mons. Michele Fusco.Per l'occasione era presente anche il Presidente della Regione Abruzzo Marco Marsilio."Teniamo vive le tradizioni perché sono la testimonianza della nostra cultura e della devozione religiosa".Ora si attende il riconoscimento dell'Unesco.La pioggia incessante e il cielo plumbeo accorciano la processione, ma non fermano la festa di San Domenico e il secolare rito dei serpari di Cocullo (L'Aquila): in migliaia - circa seimila secondo le stime degli organizzatori - si sono riversati nel piccolo centro della Valle Sagittario, sfidando il maltempo del primo maggio, pur di rinnovare la tradizione per la quale permane una sorta di attaccamento viscerale. La stagione anomala ha reso più difficile, quest'anno, l'attività dei serpari nella fase di raccolta e cattura dei serpenti.


Come tradizione, il momento più suggestivo è arrivato al termine della Santa Messa, officiata dal vescovo diocesano, mons. Michele Fusco, con l'uscita della statua di San Domenico dalla chiesa, subito circondata dai serpari che hanno sistemato i serpenti sulle spalle e attorno alla testa del Santo. Da qui è poi partito il corteo processionale che ha attraversato piazze e quartieri del piccolo borgo tra emozioni, ombrelli aperti ed ali di folla. Un percorso più breve, tagliato per circa la metà rispetto alla versione tradizionale, per via della pioggia.
    Viabilità senza troppi intoppi, nonostante qualche rallentamento legato alle condizioni atmosferiche. Pieni i treni straordinari messi a disposizione da Regione Abruzzo e Trenitalia per agevolare i flussi.
    "Cocullo diventa capitale del primo maggio", ha detto il sindaco, Sandro Chiocchio annunciando che sta andando avanti l'iter per la candidatura Unesco che si sposta su un'altra sezione: dalla salvaguardia urgente alla lista rappresentativa.
    Un passaggio che, secondo gli addetti ai lavori, darà più imprinting al percorso istituzionale.
    "Una manifestazione conosciuta in tutto il mondo - ha commentato il presidente della Regione, Marco Marsilio, presente alla manifestazione - che è una grande vetrina per l'Abruzzo".






Nessun commento: