news

---ULTIM'ORA NAZIONALI

ULTIME NOTIZIE - Ecatombe in Turchia e Siria Erdogan nei luoghi del sisma- Mattarella, Benigni e Ferragni nella prima serata di Sanremo- Sono oltre 6.200 le vittime del terremoto. 'Ad Aleppo una catastrofe, serve tutto'- Oltre 5mila morti, si scava tra le macerie. Biden chiama Erdogan. Disperso un italiano-

TOP NEWS

TOP NEWS REGIONE ABRUZZO

IN PRIMO PIANO

PROROGA TRIBUNALI ABRUZZESI, FINA: “ORA CONDIVIDERE PROPOSTA PER RIAPERTURA DEFINITIVA”

L'AQUILA - “L’approvazione in Commissione Affari costituzionali e Bilancio del Senato, in seduta congiunta, della proroga per i tribunal...

CENTROABRUZZONEWS CANALE VIDEO IN DIRETTA STREAMING SUL WEB E SU SMART TV

Canale VIDEO - CENTROABRUZZONEWS

mercoledì 30 novembre 2022

ISTITUTO SUPERIORE TECNICO ARRIGO SERPIERI: PROGETTO ERASMUS PLUS

AVEZZANO - "L’Istituto Superiore Tecnico e Professionale Agrario “Arrigo Serpieri” di Avezzano ha ospitato lunedì 28 Novembre, 15 giovani studenti francesi arrivati ad Avezzano nell’ambito del progetto Erasmus plus, insieme ai 15 alunni del Liceo “B. Croce” che hanno goduto dell’ospitalità dei partner francesi nello scorso mese di Ottobre.
Lo scambio culturale è incentrato sul tema chiave della scoperta e valorizzazione del territorio, non solo sotto l’aspetto artistico-culturale, ma anche per quello gastronomico.
All’interno del programma di mobilità Eramus plus con focus tematico sul buon cibo, il Dirigente Scolastico del Serpieri, Francesco Di Girolamo, ha accolto nell’Istituto Agrario di Avezzano gli studenti e i loro docenti, che sono stati coinvolti dai professori Lola Babbo e Mario Sforza e dalla dottoressa Pasquina Fracassi in un'esperienza sensoriale olfattiva e degustativa di prodotti alimentari, con particolare riferimento alle sensazioni tattili, ai gusti e agli aromi del cibo, al fine di valutare il sapore in tutti i suoi aspetti, attraverso particolari test descrittivi edonistici e di riconoscimento: una importante occasione di conoscenza e di crescita reciproca su un tema, quello del cibo e dell’alimentazione, che è parte fondamentale del nostro patrimonio culturale locale".

Nessun commento: