---ULTIM'ORA NAZIONALI

ULTIME NOTIZIE - Covid, per il 118 aumentano i casi di polmonite virale- Il ceceno Kadyrov: 'Lysychansk è caduta'. Su Sumy lanciati 270 missili in 24 ore- Mosca chiude Nord Stream. Ue prepara il piano per il gas- 'Ndrangheta: due arresti a Torino per faida del 2004- Il Nord traina la crescita, più occupati a Sud. L'inflazione schizza all'8%, record da 36 anni-

news

TOP NEWS

TOP NEWS

CENTROABRUZZONEWS CANALE VIDEO IN DIRETTA STREAMING SUL WEB E SU SMART TV

Canale VIDEO - SULMONA: Presentato il Palio della Giostra Cavalleresca 2022

sabato 4 giugno 2022

LA LINGUA DI FUOCO E LA SETTIMANA METEO DI STEFANO BERNARDI

L'AQUILA - "Una settima da ricordare o da dimenticare a seconda se si è amanti del caldo o freddofili.Quelli che hanno occupato l'ultima parte di Maggio e l'inizio di Giugno sono stati  giorni di fuoco per l'Italia in generale e per l'Abruzzo in particolare. Mentre da chi vede il  mare( o l'alta montagna) come essenza di vita il caldo di questi giorni è stato accolto come manna caduta dal cielo, per coloro i quali le alte temperature, soprattutto se accompagnate da umidita'( come quello presentatosi questa settimana) le mal sopportano, ci viene facile pensare  che quella appena passata per loro sarà una settimana da riporre nel dimenticatoio. 
Il tutto per dire che ancora una volta il noto meteorologo aquilano Stefano Bernardi ha visto dimostrato i suoi teoremi previsionali.
Aveva previsto una lingua di fuoco risalire dall'Africa e colpire in pieno l'Italia e così è stato.
La temperatura è andata giorno dopo giorno sempre più aumentando fino a toccare valori assurdi per il periodo.
Ben 10 sono stati i gradi sopra la media.
 Il cielo, salvo alcuni disturbi nuvolosi determinati da infiltrazioni umide derivate proprio dal flusso di correnti meridionali provenienti dall'Africa, si è presentato per lo più sgombro da sistemi nuvolosi anche se leggermente offuscato dalla sabbia del Sahara.
Il connubio fatto di caldo e mancanza di precipitazioni ha fatto aumentare la sensazione di aridità che si promana dal territorio che ci circonda.
Ora sono in molti ( al netto degli amanti del mare o delle escursioni in montagna)ad auspicare un break fresco e piovoso.
Sembrerebbe che qualcosa all'orizzonte si muova ma onde evitare sorprese dell'ultimo minuto aspettiamo che ce lo dica il bravissimo meteorologo abruzzese Bernardi".

Nessun commento: