ULTIM'ORA NAZIONALI

ULTIME NOTIZIE - Sit-in per i due studenti arrestati. Sciopero della fame e incatenati, cresce la protesta alla Sapienza- Usa: "La risposta di Israele sarà un attacco limitato in Iran"- Teheran avverte Israele: "Pronti ad usare un'arma mai utilizzata"- Draghi: "Proporrò un cambiamento radicale per l'Unione europea"-

news

ULTIM'ORA DALLA REGIONE

ULTIM'ORA Accorpamento classi: Fdi, norma per evitarlo è stata introdotta e il Pd votò contro - Stazioni del territorio,Popoli-Vittorito diventa hub dei servizi - Rischio pluriclasse a Caramanico Terme, scoppia la protesta-

Sport News

# SPORT # Risultati calcio a 5 SULMONA FUTSAL BATTE SAN MARZANO E CHIUDE AL 2° POSTO, PLAYOFF COL TERZIGNO

IN PRIMO PIANO

PREMIO “GILBERTO MALVESTUTO” SECONDA EDIZIONE, CERIMONIA DI PREMIAZIONE

SULMONA - "Un uomo che ha fatto la storia di questa città e quella dell’Italia intera, insieme ai partigiani della Brigata Maiella, las...

TOP NEWS

TOP NEWS REGIONE ABRUZZO

FACEBOOK LIVE CENTROABRUZZONEWS

martedì 20 febbraio 2024

MANIFESTAZIONE 22 FEBBRAIO 2024 ORE 10.00 DIREZIONE ASL 1 “NO ALLA CHIUSURA DEI NUCLEI DI CURE PRIMARIE”


L'AQUILA - "Giovedì 22 Febbraio saremo di nuovo in piazza per difendere il diritto costituzionale alla salute che la nostra ASL sta rendendo evanescente.Con atti aziendali di programmazione pubblici, infatti, si sta determinando la sostanziale chiusura dei Nuclei di Cure Primarie e, di conseguenza, un abbassamento dello standard dei servizi essenziali per tutti i cittadini e le cittadine, con un unico scopo: fare cassa sui bisogni primari della collettività.Noi non possiamo accettarlo.Non possiamo e non vogliamo accettare un’involuzione della sanità pubblica territoriale, rinunciando ai Nuclei di Cure Primarie per come li abbiamo conosciuti dal 2007 ad oggi e per come immaginiamo debbano, invece, continuare a progredire.

Non possiamo e non vogliamo accettare che venga compromesso il servizio dei Nuclei di Cure Primarie, un servizio attivo per ben dodici ore al giorno, con la costante presenza di personale medico, infermieristico e amministrativo qualificato, un servizio che fornisce assistenza diretta a circa cinquantamila cittadini e cittadine, un servizio che contribuisce al potenziamento di una sanità nazionale e territoriale di qualità, pubblica, universale, gratuita, equa e vicina alla vita reale e ai bisogni delle persone.

Per tutto questo saremo di nuovo in piazza a manifestare, cercando il modo di farci ascoltare, con la mobilitazione necessaria di tutte le cittadine e di tutti i cittadini, per difendere i Nuclei di Cure Primarie, e cioè un presidio di modernità, efficienza e, soprattutto, di giustizia sociale.

Non ci faremo togliere ciò che di diritto è nostro: Lavoro e Salute!"

Nessun commento: