ULTIM'ORA NAZIONALI

ULTIME NOTIZIE - Per i Ponti 16 milioni di partenze e 5,5 miliardi di spesa - Israele, ondata di attacchi in Libano dopo lancio di razzi - Via libera dell'Eurocamera al Patto di stabilità, lo votano solo 4 italiani. Gentiloni: "Un buon compromesso"-

news

ULTIM'ORA DALLA REGIONE

ULTIM'ORA Consiglio Abruzzo: Alessandrini, il piano di Marsilio è sconcertante - Detenuto tenta di evadere dall'ospedale di Teramo- A14: apre al traffico la nuova galleria Colle Marino - Patente B, in Abruzzo 4 bocciati su 10 alla teoria nel 2023 -

Sport News

# SPORT # Risultati calcio a 5 SULMONA FUTSAL, SCONFITTA DI MISURA A TERZIGNO (4 - 3): SABATO IL RITORNO

IN PRIMO PIANO

RESISTERE PEDALARE RESISTERE, UNA PEDALATA NEI LUOGHI DELLA RESISTENZA A SULMONA

SULMONA - "Giovedì 25 aprile ritorna l’annuale appuntamento per la festa della Liberazione con Resistere Pedalare Resistere, una pedala...

TOP NEWS

TOP NEWS REGIONE ABRUZZO

FACEBOOK LIVE CENTROABRUZZONEWS

venerdì 23 febbraio 2024

CARCERI: "SU AFFETTIVITÀ E TELEFONATE DETENUTI SERVE SUBITO CONFRONTO"


ROMA - “Il tema riproposto dalla sentenza della Corte Costituzionale che ha dichiarato l’incostituzionalità dell’ordinamento penitenziario nella parte in cui non prevede che i detenuti possano effettuare colloqui senza il controllo a vista al fine di esercitare il diritto all’affettività, ivi compresa la sessualità, e le dichiarazioni del Capo del Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria, Giovanni Russo, che ha annunciato una sperimentazione in tal senso, sono molto preoccupanti per le ripercussioni sul carico di lavoro della Polizia penitenziaria e su quel che rimane della sicurezza carceraria. A ciò si uniscano le dichiarazioni del Ministro della Giustizia, Carlo Nordio, e dello stesso Capo del DAP circa l’ampliamento del numero delle telefonate per i ristretti o, addirittura, la loro ‘liberalizzazione’ di diritto, atteso che quella di fatto è già in essere per via delle migliaia di telefoni cellulari fraudolentemente introdotti in carcere, e il quadro si fa ancora più complesso e di portata devastante”.


Nessun commento: